dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Archivio per il tag “Italy”

Il futuro immaginato cento anni fa

Tra le anticipazioni You tube e il tunnel della Manica.

Prototipo di auto volante costruito intorno al 1940 (fonte: Kobel Feature Photos)

Prototipo di auto volante costruito intorno al 1940 (fonte: Kobel Feature Photos)

You tube, tunnel della Manica, case modulari: sono solo alcune delle visioni del futuro previste dagli autori della rivista Scientific American circa un secolo fa e divenute realtà. A partire da un articolo pubblicato nel 1879 sulla impossibilità di predire i comportamenti umani, la rivista statunitense ripercorre, anche ironicamente, celebri ‘previsioni’ del futuro apparse nel passato sulle sue pagine.

Era il 1901 quando l’inventore statunitense Thomas Edison immaginò in un intervista l’uso massivo di cemento e acciaio per le costruzioni. Le case di domani sarebbero state costruite semplicemente riempiendo degli stampi modulari già pronti ed ogni cliente avrebbe potuto scegliere la forma della sua abitazione direttamente da un catalogo di ‘moduli’.

I progressi della tecnologia e della scienza durante i primi anni del ‘900 furono certamente l’ispirazione principale dei molti autori di Scientific American che prevedevano nel ‘futuro’ la possibilità di costruire enormi ponti e tunnel per unire i due lati della Manica e con la Gran Bretagna.

Si prevedeva poi la realizzazione di maxi cervelli ‘elettronici’ con migliaia di componenti in ottone e una rapida diffusione di aeroplani e elicotteri. Nel 1918 un autore ‘preveggente’ ipotizzò la diffusione di automobili completamente automatizzate, dove il guidatore non avrebbe dovuto fare altro che impartire i comandi attraverso un pannello di controllo, un vero e proprio prototipo di tablet.

Infine la Tv che si sarebbe rapidamente trasformata radicalmente, con gli spettatori in grado di interagire e decidere cosa vedere, una sorta di mix tra You tube e la tv on demand.

Tradotto con Google traduttore

Translated with Google Translate

You tube, the Channel Tunnel, modular case: are just some of the visions of the future provided by the authors of the Scientific American about UN century ago and became Reality. A Start from UN Article Published In 1879 On the unpredictability of human behavior, the U.S. magazine recounts, Also ironically, Famous ‘Forecast’ Future appeared in On Her Past Pages.

1901 When was the American inventor Thomas Edison guess the United Nations, the interview USE massive concrete and steel for construction. The houses would have been built tomorrow Simply filling the molds already ready and modular EACH CUSTOMER could choose the form of HIS dwelling directly from UN catalog ‘modules’.

The progression of the Science and Technology During The Early Years of the 900 were certainly the main inspiration of many authors of the Scientific American What included in the ‘Future’ the chance to build huge bridges and tunnels, to join the two sides of the Channel and Britain.

It was expected then the Realization of big brains ‘Electronic’ with thousands of components in brass and a Rapid Spread of Aircraft and Helicopters. In 1918, UN author ‘prescient’ suggested the Diffusion of Cars Fully automated, the dove DRIVER should not rate Other What issue Commands of the United Nations through the Control Panel, Just A true prototype tablet.

Finally, the TV IS rápidamente What would radically transformed, with viewers to interact and decide what degree of SEE, a kind of mix and the tradi You tube tv on demand.

Link: http://wwww.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/tecnologie/2013/01/02/futuro-immaginato-cento-anni-fa_8018042.html

Annunci

Svezia: treno deraglia ed entra in una casa

Local train embedded itself in a residential house

Spettacolari immagini di un treno che ha sventrato una casa: per miracolo non vi sono stati feriti o vittime

Un treno locale a Saltsjoebaden, vicino a Stoccolma, e’ uscito dai binari ed e’ finito dentro una casa. Un miracolo ha fatto si’ che non vi siano stati feriti e vittime. Alla guida, si e’ poi scoperto, una ragazza di 20 anni addetta alle pulizie dello scalo ferroviario, che si è impadronita del treno – senza passeggeri – e che dopo un breve percorso ha sfondato i cancelli della stazione, finendo contro un condominio. La ragazza è rimasta gravemente ferita ed é stata ricoverata in ospedale. Gli inquilini sono rimasti illesi. La polizia ha comunque fatto evacuare l’edificio.

Tradotto con Google traduttore

Translated with Google Translate

A local train a Saltsjoebaden, Near Stockholm, and ‘Come out and track and’ Finish Inside a house. A miracle is Done ‘Let there Siano static injured and victims. Help, and YES ‘then discovered, a 20 year old girl bottle officer Cleaning At the Scalo Railway, Che HAS taken over the train – without passengers – and What AFTER A short path broke through the gates of the station, ending Against UN condominium. The girl was seriously injured ì Stata and is hospitalized. Tenants are nature unharmed. The police, however Done evacuate the building.

Link: http://wwww.ansa.it/web/notizie/photostory/primopiano/2013/01/15/treno-entra-una-casa-choc-Svezia_8075696.html

Tecnologia: Il segreto dell’invisibilità

I plasmoni sono oggetti a metà strada fra onde elettromagnetiche e particelle, generate dall’oscillazione da un insieme di elettroni liberi (plasma) su una superficie. Si propagano parallelamente ad una superficie metallica, nella zona al confine tra il metallo e il mezzo esterno (ad esempio aria o acqua) e sono molto sensibili a qualsiasi cambiamento di questo confine.

Le variazioni subite dai plasmoni possono sopravvivere abbastanza a lungo da consentire applicazioni tecnologiche. Per questo i plasmoni sono alla base di una nuova generazione di materiali che non esistono in natura, con proprieta’ ottiche singolari e un indice di rifrazione plasmabile quasi a volonta’. Materiali di questo tipo, chiamati materiali plasmonici, permettono sono alla base delle ricerche volte ad ottenere materiali che permettono di far scorrere la luce intorno ad un oggetto rendendolo perfettamente ‘’invisibile’’. Ad esempio, sono allo studio lenti perfette, la cui risoluzione non e’ piu’ limitata dalla lunghezza d’onda della luce utilizzata.

Alcuni gruppi americani sono riusciti a ottenere l’invisibilita’ in intervalli di lunghezza d’onda limitati intorno al millimetro, ma gli esperti del settore sono convinti che in linea di principio, utilizzando materiali ottenuti grazie alle nanotecnologie, sara’ possibile anche nascondere anche oggetti di grandi dimensioni.Per ottenere queste caratteristiche e’ necessario che i materiali abbiano un indice di rifrazione della luce molto piccolo o negativo. Altre possibili applicazioni sono possibili nell’elettronica di altissima frequenza (Tera Hertz, mille volte piu’ veloce del Giga Hertz a cui funzionano i computer attuali) grazie ai plasmoni acustici. Questi ultimi, contrariamente ai plasmoni ordinari, si propagano alla stessa velocita’ a tutte le frequenze, come fa la luce nel vuoto, ma mille volte piu’ lentamente. Di conseguenza un segnale puo’ essere, in linea di principio, convertito da luminoso ad elettronico e viceversa, con una distorsione minima. In questo modo diventa possibile costruire dispositivi che funzionano a frequenze molto piu’ elevate rispetto ai dispositivi elettronici attuali.

Translated with Google Translate

The plasmons are objects halfway between electromagnetic waves and particles, generated by the oscillation of a set of free electrons (plasma) on a surface. Propagate parallel to a metal surface, in the border area between the metal and the external medium (eg air or water) and are very sensitive to any change of this boundary.
The changes experienced by plasmons can survive long enough to allow technological applications. For this plasmons are the basis of a new generation of materials that do not exist in nature, with properties ‘unique optical and refractive index malleable almost at will’. Materials of this type, called plasmonic materials, allow are the basis of research aiming to obtain materials which allow to slide the light around an object making it perfectly invisible””. For example, the study are perfect lenses, whose resolution is not ‘more’ limited by the wavelength of the light used.
Some American groups have managed to get the invisibility ‘in limited ranges of wavelength around the millimeter, but industry experts are convinced that in principle, using materials obtained through nanotechnology, will be’ can also hide objects also large dimensioni.Per obtain these characteristics and ‘necessary that the materials have an index of refraction of light very small or negative. Other possible applications are possible in the electronics of high frequency (Tera Hertz, a thousand times more ‘fast Giga Hertz computers work today) due to acoustic plasmons. The latter, in contrast to ordinary plasmons, propagating at the same speed ‘at all frequencies, as does the light in a vacuum, but a thousand times more’ slowly. Accordingly, a signal can ‘be, in principle, converted from light to electronic and vice versa, with a minimum of distortion. In this way it becomes possible to build devices that operate at frequencies much more ‘performance compared to existing electronic devices.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Parliamo di: Come mantenersi in forma durante le feste

Natale è ormai alle porte e incombe uno dei soliti dilemmi di questo periodo: ”Come faccio a non ingrassare durante le feste?”.

Tutti, almeno un anno, ci siamo posti questo problema e per alcuni di noi è diventato un appuntamento fisso; Tuttavia con qualche piccola dritta possiamo vedere come mantenerci in forma durante le feste.
Certo non possiamo pretendere di “abbuffarci” e non ingrassare, quindi se vogliamo saperecome mantenerci in forma durante le feste è necessario abituarci all’idea che qualche piccola rinuncia ci vuole sempre. L’ideale sarebbe in realtà seguire una dieta preventiva un mesetto prima di Natale in modo da perdere quei 2-3 chili che prevediamo di recuperare durante le feste. Ma se per questo magari è un po’ tardi, sicuramente non lo è per sapere come comportarsi a tavola durante le feste Natalizie.

10 Consigli per mantenersi in forma durante le feste

Vediamo dunque dei piccoli consigli su come mantenersi in forma durante le feste senza rinunciare alla buona cucina Natalizia:

  1. Attenzione alle quantità: per mantenersi in forma a Natale non è detto che sia necessario rinunciare alle pietanze proposte durante il cenone o il pranzo, piuttosto è fondamentale limitare la quantità dei cibi nel nostro piatto. Quindi mangiate tutto ma senza esagerare.
  2. Condimento: limitate i condimenti o preferite quelli vegetali e non esagerate con l’utilizzo di sale.
  3. Mangiate lentamente: se mangiamo lentamente, masticando bene, avvertiremo la sensazione di sazietà prima del dovuto.
  4. Bevande: cercate di non esagerare con gli alcolici che vanno a finire dritti sul vostro addome e bevete tantissima acqua.  Anche le bevande gassate e molto zuccherate vanno evitate o comunque limitate il più possibile.
  5. Non saltate i pasti: saltare i pasti è una pessima abitudine, oltre che essere controproducente ai fini della dieta, quindi mangiate regolarmente i 3 pasti principali e se possibile 2 spuntini al giorno.
  6. Limitate salumi e formaggi: sono ricchi di grassi e dunque se vi si presentano negli antipasti limitatevi a un piccolo assaggio.
  7. Alternate le “abbuffate”: se già sapete che a cena mangerete molto cercate di mantenervi leggeri a pranzo e viceversa. E’ fondamentale non dare continuità ai pasti abbondanti.
  8. Attività fisica: solo perché abbiamo deciso di lasciar perdere la dieta per qualche giorno non vuol dire che dobbiamo abbandonare anche l’attività fisica. Considerando che le palestre durante le feste sono chiuse datevi al fai-da-te con una bella camminata di 30 minuti oppure una corsetta.
  9. Dolci: i dolci sono protagonisti delle feste ma è meglio consumarli a colazione o a pranzo ed evitarli durante le cene in quanto la sera si bruciano meno calorie.
  10. Stabilite i giorni in cui esagerare: privarvi di dolci o di ciò che vi piace è sbagliato e produrrebbe l’effetto contrario quindi cercate di scegliere un paio di giorni dove dare libero sfogo alle vostre “voglie” e cercate nei giorni successivi di mantenere un’alimentazione equilibrata magari limitando leggermente le quantità rispetto al solito.

Con questi piccoli consigli, adesso sappiamo come mantenerci in forma durante le feste.
E’ essenziale comunque, come suddetto, non privarsi totalmente di ciò che ci piace ma semplicemente avere un po’ di attenzione e limitare le quantità in modo da mangiare tutto ma senza esagerare.

 

Translated with Google Translate

Christmas is just around the corner and hangs one of the usual dilemmas of this period: “How can I avoid gaining weight during the holidays?”.

Everyone, at least one year, we set this problem and for some of us it has become a fixture; However, with some small straight we can see how keep fit during the holidays.
Of course we can not expect “abbuffarci” and not get fat, so if you want to know how to keep fit during the holidays you need to get used to the idea that some small renounces it takes forever. The ideal would be to actually follow a diet advance a month before Christmas in order to lose those 2-3 pounds that we expect to recover during the holidays. But if this is perhaps a bit ‘late, surely it is not to know how to behave at the table during the Christmas holidays.

10 Tips to keep fit during the holidays

So let’s see a little guidance on how to stay fit during the holidays without sacrificing good food Christmas:

Beware of quantity: to stay in shape for Christmas does not mean that it is necessary to give up the foods offered during the dinner or lunch, rather it is essential to limit the amount of food on our plate. So eat everything but not too much.
Dressing: limited dressings or prefer those plants and do not overdo the use of salt.
Eat slowly: if we eat slowly, chewing well, will alert the feeling of fullness prematurely.
Drinks: try not to overdo the alcohol that they end up straight on your abdomen and drink lots of water. Also very sugary and fizzy drinks should be avoided or at least reduced as much as possible.
Do not skip meals: skipping meals is a bad habit, as well as being counterproductive for the diet, then eat regularly 3 main meals and 2 snacks a day if possible.
Limit meats and cheeses are high in fat and therefore if you are in appetizers limit yourself to a little taste.
Alternate the “binge” if you already know that you will eat dinner very trying to keep a light lunch and vice versa. It ‘important not to give continuity to the meals.
Physical activity just because we decided to give up the diet for a few days does not mean that we should abandon physical activity. Whereas the gyms are closed during the holidays give yourself to the do-it-yourself with a nice 30-minute walk or a jog.
Sweets: Sweets are the protagonists of the parties but it is better to eat breakfast or lunch and avoid them during the dinner in the evening as you burn fewer calories.
Determine the days go overboard deprive you of sweet or what you like is wrong and would have the opposite effect so try to choose a couple of days where give free rein to your “desires” and look for the next few days to maintain a ‘ balanced diet maybe slightly limiting the amount than usual.
With these little tips, now we know how to keep fit during the holidays.
And ‘essential however, as mentioned above, do not deprive yourself totally of what we like but just have a little’ attention and to limit the quantities to eat everything, but do not overdo it.

 

Fonte – www.donnamoderna.com

Spnsored by: www.pmd-group.com

Economia: Proroga stop incroci stampa-tv

Maxiemendamento in legge stabilita’.

(ANSA) –  Il governo accoglie nel maxiemendamento la proroga allo stop degli incroci stampa-tv.

Sulla norma, non votata in commissione Bilancio, era stata infatti raggiunta un’intesa ‘politica’. La proroga sposta il divieto di incroci proprietari al 31 dicembre 2013.

Translated with Google Translate

(Reuters) – The government welcomes the maxi-amendment extending the stop intersections print and television.

The rule, not voted in the Budget, was in fact reached an agreement ‘political’. The extension moves the prohibition of cross owners to December 31, 2013.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Viaggi: Appuntamenti di Natale nella Ville Lumière

A Parigi tra concerti, mostre, mercatini e a spasso nei luoghi sacri e nelle piazze ricche di fascino.

gli Champs-lyses con l'Arc de Triomphe, accesi dalle luci natalizie

Champs-lyses con l’Arc de Triomphe, accesi dalle luci natalizie

 

(di Ida Bini)

I festeggiamenti natalizi a Parigi quest’anno cominciano nella cattedrale di Notre-Dame, simbolo cattolico della capitale francese, che celebra i suoi 850 anni di vita e dove tra maestosi capolavori gotici si possono riascoltare le melodiose note natalizie del grande organo appena restaurato. Davanti alla cattedrale, a l’Île de la Cité, nel cuore storico della capitale, svetta come ogni anno un bellissimo albero di Natale addobbato, mentre all’interno della cattedrale viene proiettata la storia della natività su un grande schermo appeso alla navata principale. Per tutto il mese magnifiche luminarie natalizie accendono piazze e viali, edifici storici, chiese e musei e i più emblematici monumenti parigini a cominciare dalla Tour Eiffel, in queste settimane simile a un gigantesco albero di Natale; gli Champs-Élysées con l’Arc de Triomphe acceso da mille luci argentate e la grande ruota illuminata di Place de la Concorde, da dove si ammira un panorama unico al mondo. Ed è proprio qui che svetta l’albero di Natale più grande d’Europa: è alto 35 metri e sorge a due passi dalla ruota e dal celebre obelisco che domina la piazza.

 

La città è al suo massimo splendore: regala ovunque atmosfere magiche, offre un ricco programma di appuntamenti – dagli spettacoli teatrali ai musical e ai concerti – e mostra dal centro alla periferia sfavillanti e invitanti vetrine di negozi, boutique e centri commerciali. Gallerie Lafayette e Printemps, nel famoso Boulevard Haussmann, assicurano un’elegante shopping adatto a ogni tasca, così come i mercatini di Natale, numerosi e disseminati in varie zone della città. Se si hanno pochi giorni a disposizione è bene scegliere accuratamente quali visitare: a Montparnasse il mercatino di place Raoul-Dautry, specializzato in prodotti gastronomici, è aperto fino al 2 gennaio; ai giardini del Trocadéro si gira tra le bancarelle fino al 29 dicembre, accanto alla Tour Eiffel; fino al 3 gennaio è piacevole passeggiare tra le 160 casette di legno degli Champs-Élysées, inondati dal profumo di salsicce fritte, vin brulè e crepes calde e dove si acquistano oggetti e souvenir dell’artigianato locale.

Posto tra il Rond-Point des Champs Elysées e Place de la Concorde, questo mercatino sembra davvero un villaggio magico, ricco di attrazioni e di eventi collaterali come i tanti spettacoli e i concerti natalizi. Numerose sono le bancarelle anche in place St-Germain e nel futuristico spazio sotto il Grand Arche a La Defénse dove si fa shopping fino al 27 dicembre nel mercatino che sembra essere quello più amato dai parigini. E’ il più grande e offre un po’ di tutto: dall’artigianato alla gastronomia regionale e tante idee originali per il Natale. Infine c’è piazza Saint Sulpice dove si fanno acquisti artigianali a prezzi accessibili fino al 24 dicembre. Un vero tocco di Natale lo danno anche le piste di pattinaggio sul ghiaccio: le più frequentate sono quelle in place de l’Hôtel de Ville, in place Raoul-Dautry e al Trocadéro, ai piedi della Tour.

Allettanti sono gli spettacoli offerti dai locali storici di Parigi, a partire dal celebre Moulin Rouge e da Le Folie’s Pigalle, così come invitanti sono i ristoranti e i bistrot con i loro gustosi menu natalizi. Accoglienti, ricchi di storia e di atmosfera regalano ottimi piatti della tradizione natalizia: ostriche, foie gras, salmone affumicato e il classico dolce natalizio, Bûche de Noël, accompagnati da vini prelibati e champagne per tutte le tasche. E’ forse un po’ cara, ma una valida alternativa è una cena panoramica in barca lungo la Senna, con orchestra e intrattenimento di gruppi musicali.

Emblema della capitale francese è il grande viale degli Champs-Élysées, punto di partenza per visitare i monumenti, fare shopping natalizio e soprattutto brindare al nuovo anno: a Capodanno, infatti, il viale è chiuso al traffico fino alle 3 di notte e si trasforma in un’enorme discoteca a cielo aperto. Per chi ama luoghi più intimi e romantici ci sono le raccolte stradine dell’Ile St-Louis, piena di localini, o quelle suggestive di Montmartre dove si assiste a spettacoli di strada. E, ancora, rue Rivoli, boulevard Saint Germain e il quartiere medioevale Marais con i suoi bistrot, i negozietti e le botteghe antiquarie. Qui è imperdibile una passeggiata su place des Vosges, piccola e romantica, sede di botteghe artigiane e della casa natale di Victor Hugo al numero 6; tutt’intorno ci sono platani, lampioni in ferro battuto e al centro la statua equestre di Luigi XIII, eretta nel 1821. In questo periodo natalizio le chiese offrono non solo un luogo sacro da frequentare ma anche uno spazio per assistere a concerti e spettacoli: a Notre-Dame de Paris è frequentatissima la santa messa delle 18 mentre il 28 dicembre si può assistere a emozionanti cori gregoriani, che inondano la maestosa cattedrale gotica e la sua navata a 5 campate doppie che contrasta con la leggerezza della guglia, alta 90 metri.

La basilica di Sacré-Coeur a Montmartre offre una messa solenne alle 19; famosa per il candore delle sue cupole e del campanile e per la bellezza dei preziosi mosaici interni, la chiesa, costruita nel 1876 in uno stile romanico-bizantino, domina la città dalla collina di Montmartre. E’ imperdibile per l’atmosfera che regala la messa di mezzanotte nella Eglise de la Madeleine, simile a un tempio greco e famosa per i suoi concerti. E’ piacevole recarsi anche in una delle chiese più antiche e visitate della capitale francese, St German des Prés, del VI secolo, dove il 21 dicembre si tiene il concerto di Natale con musica di Bach, Händel, Vivaldi e il coro di canzoni natalizie della tradizione sacra e popolare, mentre a Capodanno, l’1 e il 4 gennaio si svolgono spettacoli celebrativi dell’anno nuovo. All’ingresso della chiesa una Madonna con bambino, datata XV secolo, è l’oggetto più venerato, insieme a un grande crocefisso. La chiesa, apprezzata anche per le sue vetrate artistiche, sorge nel quartiere di Saint-Germain-des-Prés, famoso per i locali, le brasserie, le gallerie d’arte e le librerie. Qui un altro monumento da visitare è Saint Sulplice, la più grande chiesa parigina dopo Notre-Dame: barocca e teatrale, nasconde un prezioso ciclo di affreschi di Delacroix. Alla Sainte-Chapelle, in boulevard du Palais, capolavoro dell’architettura parigina situato nel cortile del palazzo di giustizia, si può assistere il 21 e il 22 dicembre (alle 18 e alle 20) al concerto di Natale con musiche di Vivaldi, Corelli e Albinoni. Ma nella chiesa ci si va anche per ammirare le due cappelle, la guglia di 76 metri e le vetrate del XII secolo, che rappresentano scene tratte dalla Bibbia.

Il Natale è anche un’ottima occasione per passeggiare nei quartieri monumentali e lungo la Senna e per entrare nei tantissimi musei che la capitale offre anche solo restando nel centro storico. Tanti sono gli appuntamenti e le grandi mostre di questo periodo: al Grand Palais, per esempio, ci sono Bohemias fino al 14 gennaio e Edward Hopper, capofila del realismo americano, fino al 28 gennaio. Fino al 20 gennaio si può ammirare al Musée d’Orsay la mostra L’impressionismo e la moda che ripercorre le fogge dell’800 attraverso le opere di Degas e dei suoi amici; il Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris ospita fino al 17 febbraio l’esposizione L’arte in guerra, Francia 1938-1947 Da Picasso a Dubuffet, che illustra la guerra e i suoi disastri visti dai grandi pittori. Imperdibili sono il Louvre, uno dei musei più celebri al mondo, a cui è bene dedicare tempo e pazienza per la continua presenza di visitatori, e il Centre Pompidou, il museo dell’arte del XX secolo, che all’ultimo piano offre una vista mozzafiato, dal Marais a Montmartre. Il Musée Carnavalet è un bellissimo palazzo del 1548, oggi trasformato in un ricco museo sulla storia di Parigi. Se si desidera trascorrere il Natale a Parigi con tutta la famiglia, infine, c’è un luogo dove l’atmosfera delle Feste e il divertimento sono assicurati: Disneyland Paris (www.disneylandparis.it), il parco a tema che sorge a 32 chilometri a est della capitale che nel suo ventesimo compleanno regala emozioni e avventure ancora forti per grandi e piccoli. Per maggiori informazioni: www.parisinfo.com e www.franceguide.com .

Translated with Google Translate

(Ida Bini)
The Christmas celebrations in Paris this year beginning in the cathedral of Notre-Dame, a Catholic symbol of the French capital, which is celebrating its 850 years of life and where the majestic Gothic masterpieces you can listen to the melodious notes of the great organ Christmas has just been restored. In front of the cathedral, the Ile de la Cité in the heart of the capital, rises each year as a beautiful decorated Christmas tree, while in the cathedral of the nativity story is projected on a large screen hung on the main nave. For the entire month magnificent Christmas lights illuminate squares and avenues, historic buildings, churches and museums and the most emblematic monuments of Paris from the Eiffel Tower to begin in weeks like a giant Christmas tree as the Champs-Elysees with the Arc de Triomphe lit by thousands of lights silver and illuminated Big Wheel Place de la Concorde, where you can admire a unique view of the world. And it is precisely here that stands out the Christmas tree largest in Europe: it is 35 meters high and is located a stone’s throw from the wheel and the famous obelisk that dominates the square.

The city is at its best: give everywhere magical atmosphere, offers a rich program of events – from plays to musicals and concerts – and it shows from the center to the periphery sparkling and inviting shops with shops, boutiques and shopping malls. Galeries Lafayette and Printemps, the famous Boulevard Haussmann, provide an elegant shopping suitable for any budget, as well as the Christmas markets, numerous and scattered in various parts of the city. If you have a few days to pick and choose what is good to visit: Montparnasse in the Market Place Raoul Dautry-specializing in food products, is open until January 2, the Trocadéro Gardens turns the stalls until December 29, next to the Eiffel Tower, until January 3, it is pleasant to stroll among the 160 wooden houses of the Champs-Élysées, flooded with the scent of fried sausages, mulled wine and hot crepes and where you buy souvenir items and local handicrafts.
Placed between the Rond-Point des Champs Elysées and the Place de la Concorde, this market looks like a magical village full of attractions and events such as the many shows and Christmas concerts. There are many stalls in place St-Germain and futuristic space underneath the Grande Arche at La Defense where you are shopping until December 27 in the market that seems to be more popular with Parisians. And ‘the largest and offers a bit’ of everything from crafts to the regional gastronomy and many original ideas for Christmas. Finally, there is the Place Saint Sulpice where you shop craft at affordable prices until December 24. A real touch of Christmas they give also the cross-skating rink, the most popular are those in place de l’Hôtel de Ville, place Raoul Dautry-and Trocadéro, at the foot of the Tour
Attractive are the shows offered by local historians in Paris, starting from the famous Moulin Rouge and Le Folie’s Pigalle, as well as inviting are the restaurants and bistros with their tasty Christmas menu. Cozy, rich in history and atmosphere offer excellent dishes of the Christmas tradition: oysters, foie gras, smoked salmon and the classic Christmas cake, Bûche de Noël, accompanied by fine wines and champagne for all budgets. And ‘perhaps a bit’ expensive, but a good alternative is a scenic dinner cruise along the Seine, with orchestra and entertainment by musical groups.
Emblem of the French capital is the great avenue of the Champs-Élysées, the starting point for sightseeing, shopping and especially Christmas toast to the New Year: New Year’s Eve, in fact, the avenue is closed to traffic until 3 am and turns in a huge open-air disco. For those who love the most intimate and romantic collections are the streets of the Ile St-Louis, full of cafes, or those suggestive of Montmartre where there is a street performances. And, again, rue Rivoli, boulevard Saint Germain and the Marais district with its medieval bistros, boutiques and antique shops. Here is a must for a walk on the Place des Vosges, small and romantic, home to shops and the birthplace of Victor Hugo at number 6, all around there are plane trees, wrought iron street lamps and the center of the equestrian statue of Louis XIII built in 1821. In this Christmas season churches offer not only a sacred place to hang out but also a place to enjoy concerts and shows: Notre-Dame de Paris is frequented Holy Mass of the 18th and December 28th you can watch exciting Gregorian choirs, that flood the majestic Gothic cathedral and its nave to 5 bays double that contrasts with the lightness of the spire, 90 meters high.
The Basilica of Sacre-Coeur in Montmartre offers a solemn mass to 19, famous for the white domes and bell tower and the beauty of the mosaics inside the church, built in 1876 in a Romanesque-Byzantine style, dominates the city from the hill of Montmartre. It ‘a must for the atmosphere that gives the midnight Mass at the Eglise de la Madeleine, like a greek temple and famous for its concerts. It ‘nice to go in one of the oldest churches and visit the French capital, St Germain des Prés, the sixth century, which is held on December 21 Christmas concert with music by Bach, Handel, Vivaldi, and the chorus of Christmas carols sacred tradition and popular, while New Year’s Eve, the first and January 4th place performances celebrating the new year. At the entrance a Madonna and Child, dated XV century, is the most venerated object, along with a large crucifix. The church is also appreciated for its stained glass windows, located in the district of Saint-Germain-des-Prés, famous for its local brasseries, art galleries and libraries. Here is another monument to visit is Saint Sulplice, the largest church in Paris after Notre-Dame: Baroque theater, hides a precious frescoes by Delacroix. The Sainte-Chapelle, on boulevard du Palais, a masterpiece of Parisian located in the courtyard of the courthouse, you can see the 21 and 22 December (at 18 and 20) at the Christmas concert of music by Vivaldi, Corelli and Albinoni. But in the church we must also admire the two chapels, the spire of 76 meters and the windows of the twelfth century, depicting scenes from the Bible.
Christmas is also a great opportunity to walk the neighborhoods and monuments along the Seine and to enter many museums that the capital offers even staying in the city center. There are so many events and exhibitions of this period: the Grand Palais, for example, there are Bohemias until January 14, and Edward Hopper, the leader of American realism, until 28 January. Until January 20, you can see the exhibition at the Musée d’Orsay Impressionism and fashion styles which traces the 800 through the works of Degas and his friends, the Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris accommodates up February 17, the exhibition The Art of War, 1938-1947 France From Picasso to Dubuffet, illustrating the war and disasters seen by great painters. Missed are the Louvre, one of the most famous museums in the world, it is good to spend time and patience for the constant presence of visitors, and the Centre Pompidou, the Museum of the twentieth century, on the top floor offers a view breathtaking, the Marais, Montmartre. The Musée Carnavalet is a beautiful building dating back to 1548, has been converted into an interesting museum on the history of Paris. If you want to spend Christmas with his family in Paris, finally, there is a place where the atmosphere of the holidays and fun are guaranteed Disneyland Paris (www.disneylandparis.it), the theme park that rises to 32 kilometers east of the capital and in his twentieth birthday with emotions and adventures still strong for young and old. For more information: http://www.parisinfo.com and http://www.franceguide.com.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

 

Auto/Moto: Viaggiare con pneumatici invernali, quasi a costo zero

Analisi Politecnico Torino evidenzia risparmi nei costi gestione.

Viaggiare con pneumatici invernali, quasi a costo zero

Viaggiare con pneumatici invernali, quasi a costo zero

Adottare nei periodi previsti dal Codice della Strada i pneumatici invernali non offre soltanto un sostanziale vantaggio in termini di sicurezza ma puo’ garantire all’automobilista un risparmio in termini di costi di esercizio.

E’ quanto emerge da uno studio recentemente realizzato dal Politecnico di Torino e diffuso da Assogomma. Sono state prese in esame le cinque vetture piu’ vendute in Italia nei rispettivi segmenti di mercato, Fiat Panda, Fiat Punto, Alfa Romeo Giulietta, Nissan Qashqai e Ford C-Max, con i relativi costi di esercizio. ”La considerazione di base – ricorda Fabio Bertolotti direttore di Assogomma – e’ che se si montano dei pneumatici invernali quelli estivi sono ‘a riposo’ e quindi non si consumano. Il doppio treno non e’ pertanto da considerarsi una spesa aggiuntiva, ma solo un’anticipazione. Un doppio treno di gomme – ribadisce Bertolotti – comporta un costo aggiuntivo di montaggio/smontaggio, ma da questa operazione, apparentemente piu’ onerosa, ne deriva una maggiore e piu’ accurata manutenzione che ha un effetto benefico assai superiore in quanto, cosi’ facendo, si ottimizzano le pressioni di gonfiaggio e quindi le prestazioni di guida, con un effetto significativo nella riduzione del consumo di carburante”. Le conclusioni a cui e’ arrivato lo studio del Politecnico di Torino – che prevede scenari rispettivamente di due, quattro e otto anni di possesso dei veicoli considerati – e’ che il confronto tra pneumatici invernali e pneumatici estivi con catene a bordo da’ luogo, in 14 casi su 15, ad un risparmio medio a favore dell’impiego nella stagione fredda delle gomme invernali di oltre 40 euro. Il maggiore risparmio si ottiene passando agli invernali con una Nissan Qashqai: se l’automobilista la usa per due anni ottiene un risparmio di 113,19 euro all’anno, mentre se la usa per quattro passa a 46,91 euro all’anno. Con una Ford C-Max il risparmio per effetto della sostituzione tra pneumatici estivi ed invernali, e’ di 82,44 euro all’anno per 24 mesi di gestione e di 66,11 euro per 48 mesi. Egualmente interessanti i risparmi per l’Alfa Romeo Giulietta (33,14 euro all’anno nel caso dei 24 mesi e 34,21 euro per i 48 mesi) e per la Fiat Punto (rispettivamente 44,62 e 41,51 euro). Solo nel caso della Fiat Panda il risparmio e’ meno avvertibile: 2,43 euro all’anno per l’ipotesi 24 mesi e 7,74 euro per quella 48 mesi. ”Questi calcoli – conclude il direttore di Assogomma – dimostrano come l’indiscutibile vantaggio in termini di sicurezza offerto dai pneumatici invernali sia quasi sempre a costo zero, anzi si ottengono anche dei vantaggi economici.

Tutto cio’ e’ possibile in quanto si prolunga la vita degli estivi senza il maggior costo delle catene, con un effetto benefico sulla manutenzione che si traduce in maggiore durata dei pneumatici e minore consumo di carburante.

Translated with Google Translate

Adopt the periods laid down in the Road winter tires not only offers a substantial advantage in terms of safety but can ‘ensure motorist savings in terms of costs.

And ‘what emerges from a study recently completed by the Politecnico di Torino and published by Assogomma. Were considered the five most cars’ sold in Italy in their respective market segments, Fiat Panda, Fiat, Alfa Romeo Giulietta, Nissan Qashqai and Ford C-Max, with its operating costs. ” The basic consideration – remember Fabio Bertolotti director Assogomma – and ‘that if you mount winter tires summer tires are’ at rest ‘and therefore do not consume. The double train not ‘therefore be considered an additional expense, but only a preview. A double set of tires – reaffirms Bertolotti – at an additional cost of assembly / disassembly, but this, apparently more ‘expensive, it results in a higher and more’ careful maintenance that has a beneficial effect much greater because, as’ doing , optimizes the inflation pressures and then driving performance, with a significant effect in the reduction of fuel consumption”. The conclusions and ‘came the study of the Politecnico di Torino – which provides scenarios, respectively, two, four and eight years of ownership of the vehicles concerned – and’ that the comparison between winter tires and summer tires with chains on board by ‘place, in 14 cases out of 15, with an average saving for the use in the cold season of winter tires over 40 euro. The biggest saving is obtained by passing the winter in a Nissan Qashqai: If the driver uses it for two years a saving of € 113.19 per year, and if he uses it to four passes to 46.91 euro per year. With a Ford C-Max savings as a result of substitution between summer and winter tires, and ‘€ 82.44 a year to 24 months of management and € 66.11 for 48 months. Equally interesting are the savings for the Alfa Romeo Giulietta (33.14 euro per year in the case of 24 months and € 34.21 for 48 months) and the Fiat Punto (respectively 44.62 and 41.51 euro). Only in the case of the Fiat Panda savings and ‘less noticeable: 2.43 euro per year for the hypothesis 24 months and € 7.74 for the 48 months. ” These calculations – said the director of Assogomma – show how real advantage in terms of safety offered by winter tires is almost always at no cost, even you also get economic benefits.

Everything ‘and’ possible as it prolongs the life of the summer without the higher cost of the chains, with a beneficial effect on the maintenance which results in increased tire life and lower fuel consumption.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Parliamo di: Natale, i libri da regalare all’amica

Daria Bignardi

Daria Bignardi (Photo credit: Wikipedia)

Problema: si avvicina il Natale. Amiche, sorelle, cognate, colleghe: tutte si aspettano un pacchetto. Ma non è tempo di grosse spese. Il libro è il regalo ideale: non costa troppo ma coinvolge tanto. Ok, ma quale libro? Serve aiuto? Ecco 7 consigli, uno per ogni tipo di destinataria.

Luciana Littizzetto: Madama Sbatterfly – Se l’amica destinataria delle tue premure natalizie ha bisogno di farsi due risate, ecco una ricetta infallibile: le farfalle di Luciana. Sì, Luciana Littizzetto. Questo nuovo libro della comica più amata (e più letta) dalle italiane raccoglie graffianti monologhi scritti dedicati a noialtre, madame Sbatterflay del 2012.

A nudo per te, di Sylvia Day – Amori corrisposti, donne romantiche innamorate di uomini affascinanti quanto perversi, e poi la moda, la ricchezza, le luci scintillanti sempre accese su New York. Ma soprattutto tanto (ma davvero tanto) sesso. A nudo per te di Sylvia Day ha riscosso un enorme successo fra le lettrici di USA, Canada e Europa. Ora arriva in Italia. Le donne moderne meno perbeniste non potranno che gradire. Ed è soltanto l’inizio: A nudo per te rappresenta il primo volume di una nuova infuocata trilogia.

Cinquanta sfumature (la serie completa) – Il 2012 è stato l’anno delle “Fifty shades”. I romanzi di E. L. James hanno dominato le classifiche in Europa e in America, sbaragliando la concorrenza e cancellando i record storici di Harry Potter. Se qualche amica dai gusti un po’ piccanti ancora non lo avesse letto, puoi regalarle questa bella edizione che include la seria completa, cioè tutti e tre i volumi della saga. E augurarle un inverno torrido di passioni.

Cinquanta smagliature di Gina – E poi ci sono le Cinquanta sfumature all’italiana, ovvero la versione umoristica. Alla Gina sono venute le smagliature. Lei è la moglie di Gigio, già protagonista diCinquanta sbavature.  Questo libro di 108 pagine insegna a ridere (anche sguaiatamente) di sé, di lui, della coppia. E a capire che il miglior uomo forse non è un miliardario bello e sadico, ma quello con cui ci sentiamo libere di essere noi stesse.

Pazze di me, di Federica Bosco – Ancora uomini. Ma questa volta si tratta di un uomo indifeso alle prese con una famiglia di pazze furiose. Tre sorelle scatenate e una mamma che per carattere ricorda il sergente di Full Metal Jacket. Federica Bosco si mette nei panni del protagonista maschile e prova a osservare la femminilità da una prospettiva inedita. Esercizio perfettamente riuscito: il risultato è un ottimo romanzo allegro, spigliato, emozionante, divertente.

L’acustica perfetta, di Daria Bignardi – Sara è moglie e madre. Ogni giorno alle prese con la vertiginosa quotidianità di impegni e di famiglia. Finché un giorno, all’improvviso, fugge. Scompare. Il marito – troppo distratto dal lavoro – cerca di capire dove Sara sia finita, e perché sia scappata da lui. La insegue, la cerca, non la trova, si interroga. Ma la verità si rivelerà diversa da quanto si aspetti, e il finale risulterà del tutto imprevedibile. Daria Bignardi, ottima giornalista ma anche brava romanziera, riesce a raccontare l’emozione degli affetti come se fosse un thriller.

Il libro di Alessandro Gassmann – D’accordo, non è uno scrittore. Però ha scritto un bel libro. Se alla tua amica piacciono le storie di vite intensamente vissute, ecco l’autobiografia di quel fusto di Alessandro Gassman. Anzi Gasmann. Con due enne, come lui stesso tende a precisare sin dalla copertina (con una enne sola nel nome d’arte scelto da papà Vittorio, ma all’anagrafe è Gassmann, alla tedesca). Nel libro, Alessandro svela davvero tutto di sé e della sua famiglia, con una sincerità che intenerisce. Come se l’autore si confidasse alla lettrice.

Translated with Google Translate

Problem: Christmas is coming. Friends, sisters, in-laws, colleagues: all expect a package. But it is time for big expenses. The book is the perfect gift: it does not cost too much but it involves. Ok, but which book? Need help? Here are 7 tips, one for each type of target.

Luciana Littizzetto: Madama Sbatterfly – If the recipient of your kindness Christmas friend needs a laugh, here’s a foolproof recipe: butterflies Luciana. Yes, Luciana Littizzetto. This new book of comic’s most beloved (and read) by the Italian collects biting monologues written dedicated to rest of us, madame Sbatterflay 2012.
A naked for you, Sylvia Day – Love paid, romantic women in love with handsome men as perverts, and then the fashion, wealth, twinkling lights always on in New York. But above all, much (but very much) sex. A naked for you by Sylvia Day has been a huge success among the readers of USA, Canada and Europe. Now comes in Italy. Modern women less perbeniste can not accept that. And this is only the beginning: A naked for you is the first book of a new trilogy burning.

Fifty shades (the complete series) – The year 2012 was the year of “Fifty Shades”. The novels of E. L. James dominated the charts in Europe and in America, beating off competition and erasing the historical records of Harry Potter. If some friend tastes a bit ‘hot still not received it, you can give her this beautiful edition that includes serious complete, ie all three volumes of the saga. And wish you a winter heat of passion.
Fifty stretch marks Gina – And then there are the Italian Fifty shades, or the humorous version. Gina came to the stretch marks. She is the wife of Gigio, who starred diCinquanta smudging. This book of 108 pages teaches to laugh (even rudely) of himself, of him, of the couple. And to understand that the best man is perhaps not a billionaire beautiful and sadistic, but one with which we feel free to be ourselves.
Crazy about me, Federica Bosco – Another men. But this time it’s a defenseless man struggling with a family of crazy angry. Three sisters and a mother who triggered by character recalls the sergeant in Full Metal Jacket. Federica Bosco is put in the role of the male protagonist tries to observe and femininity from a new perspective. Exercise perfectly successful: the result is a great novel cheerful, easy, exciting, fun.
The perfect acoustics, Daria Bignardi – Sara is a wife and mother. Every day struggling with the dizzying everyday commitments and family. Until one day, suddenly, he runs away. Disappears. The husband – too distracted from work – trying to figure out where Sara is over, and why it ran away from him. The chases, searches, can not find it, is uncertain. But the truth will prove to be different from what you’d expect, and the final will be completely unpredictable. Daria Bignardi, excellent journalist but also good novelist, he manages to tell the emotion of affection like a thriller.
The book by Alessandro Gassman – OK, not a writer. But he has written a good book. If your friend likes stories of lives lived intensely, here’s autobiography that stem Alessandro Gassman. Indeed Gasmann. With two-year-old, as he seeks to make clear right from the cover (with a one-year-old in the name of art chosen by his father Vittorio, but anagrafe is Gassmann, the German). In the book, Alexander really reveals all of himself and of his family, with a sincerity that softens. As if the author is confided to the reader.

Fonte – www.donnamoderna.com

Spnsored by: www.pmd-group.com

Cultura: L’arte di spiegare l’arte (in romanesco)

Guida turistica illustra quadri e monumenti ai ‘truzzi’, fenomeno su web.

di Francesco Fabbri

Guida turistica illustra quadri e monumenti ai 'truzzi', fenomeno su web

L’arte di spiegare l’arte (in romanesco), fenomeno su web

ROMA – “Ma questa chiesa è del V secolo prima o dopo Cristo?”. Una guida turistica d’altri tempi sarebbe rimasta di sale, una dei nostri tempi ha deciso di aprire un blog in cui rende comprensibile l’arte anche a chi ha meno dimestichezza con la materia. L’obiettivo e’ stato centrato in pieno da ‘L’arte spiegata i truzzi (nella loro lingua)’. On line da pochi giorni, è già un fenomeno del web.

A illustrare opere immortali in dialetto romano è Paola Guagliumi, laureata in storia dell’arte e guida turistica, che ha fatto tesoro di anni di esperienza nelle gallerie e nei musei. L’autrice coglie la sfida impossibile a Londra.

“Ero alla National Gallery – racconta – e mi sono imbattuta in una classe italiana in gita. Due ragazzotti vagavano con aria perplessa tra impressionisti e girasoli, mormorando espressioni di incomprensione e noia. Dovevo trovare un modo per interessarli… Da quando ho iniziato a lavorare – prosegue – mi sono resa conto che bisogna essere semplici, talvolta divertenti, e collegarsi sempre alla realtà: e’ quello che cerco di fare quando nel mio blogparagono l’Apoxyomenos a Totti, o la prospettiva ai videogiochi della playstation: attualizzare, per capire. Altrimenti si annoia.”.

Decine le domande strabilianti da parte dei turisti, soprattutto stranieri, con cui lavora la guida-blogger. “Il Nilo bagna Roma?” oppure “Avete gli iPhone in Italia?”.

In ascesa crescente il seguito su internet: il profilo Facebook  ha raccolto oltre 3.000 ‘mi piace’ in una decina di giorni, mentre il blog ha oltre 1.300 followers e un numero ben più alto di lettori.

Il lato amaro della vicenda è lo scarso appeal che l’arte esercita sugli italiani. Tanti i motivi indicati dalla blogger: “Credo che la scuola debba giocare un ruolo importante – dice – e le scelte di politica culturale sono forse insufficienti. Sicuramente esiste un problema economico, di investimenti, ma anche di mentalità, di cura, di intelligenza. Abbiamo un patrimonio inestimabile e forse non lo amiamo: si aprono i musei la notte, e poi di giorno sono vuoti”.

Translated with Google Translate

di Francesco Fabbri

ROME – “But this is the church of the fifth century before and after Christ”. A tour guide of the past would have been of salt, of our time decided to start a blog where the art makes it understandable to those who are less familiar with the matter. The goal ‘was centered in the middle of’ The Art explained the Truzzi (in their language). ‘ Online a few days ago, is already a phenomenon of the web.

To illustrate immortal works in the Roman dialect is Paola Guagliumi degree in art history and tour guide, who has capitalized on years of experience in galleries and museums. The author captures the impossible challenge in London.

“I was at the National Gallery – he says – and I came across an Italian class on a field trip. Two boys roamed quizzically between Impressionists and sunflowers, murmuring expressions of incomprehension and boredom. I had to find a way to interest them … Since I started to work – he continues – I realized that you have to be simple, sometimes funny, and always connect to reality and ‘what I try to do when my blogparagono the Apoxyomenos Totti, or the prospect of video games playstation: update, to understand. Otherwise you get bored. “.

There are dozens of amazing questions by tourists, especially foreigners, he works with the guide-bloggers. “The Nile bathes in Rome?” or “Do you have the iPhone in Italy?“.

Increasing rise in the following on the Internet: the Facebook profile has collected more than 3,000 ‘I like’ in about ten days, the blog has more than 1,300 followers and a much higher number of readers.

The bitter side of the story is the lack of appeal that art exerts on the Italians. Many are the reasons given by the blogger: “I think the school should play an important role – he says – and the choices of cultural policy are perhaps insufficient. Surely there is an economic problem, of investments, but also in attitude, care, intelligence. We have a priceless heritage, and maybe we do not love: museums open at night, and then during the day are empty. ”

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Economia: Addio sussidio disoccupazione

Inps su riforma del lavoro.

(ANSA) – ROMA – Conto alla rovescia per il debutto dell’Aspi, la nuova assicurazione per l’impiego che sostituira’ dal 2013 l’indennita’ contro la disoccupazione involontaria e a regime dal 2017 anche l’indennita’ di mobilita’. La nuova assicurazione, chiarisce l’Inps, si caratterizza per l’ampliamento della platea dei soggetti tutelati, per l’aumento della misura e della durata delle indennita’ erogabili agli aventi diritto.

 

Translated with Google Translate

(ANSAmed) – ROME – Countdown to debut dell’Aspi, the new insurance for the use that will replace ‘from 2013, the allowance’ against involuntary unemployment and also the allowances regime from 2017 ‘of mobility’. The new insurance clarifies the INPS, is characterized by the expansion of the range of protected persons, to increase the extent and duration of cash benefits’ payable to the beneficiary.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Viaggi: La Natività in Italia, arte e tradizione

Da Greccio a Custonaci passando per le grotte di Frasassi: viaggio fra presepi.

Il presepe vivente fra i Sassi di Matera (Foto: Matera Convention Bureau)

 

(di Stefania Passarella)
Dalla rievocazione quasi teatrale di Greccio, la più antica, alla suggestiva messa in scena di Custonaci nel Trapanese, passando per uno dei presepi viventi più grandi allestito nelle grotte di Frasassi. A dicembre si rinnova in tutta Italia l’appuntamento con le più belle rappresentazioni della Natività:sintesi perfetta di sacro, arte e tradizione popolare.

Nel borgo di Greccio, nella Vallata Santa in provincia di Rieti, quello allestito per i giorni di Natale ed Epifania non è un semplice presepe vivente ma uno spettacolo teatrale molto suggestivo. Nel 1223 in quei luoghi San Francesco rappresentò per la prima volta la Natività con personaggi viventi nella notte di Natale. E dal 1973 ogni anno uomini e donne in costumi medievali danno vita alle vicende che portarono all’allestimento del presepe. L’appuntamento è il 24 dicembre con repliche il 26 e 29 dicembre e il primo, 5 e 6 gennaio. Le tribune possono ospitare oltre duemila posti a sedere e sono previste tensostrutture riscaldate.

La tradizione francescana regna anche nel cuore dell’Umbria che quest’anno ospita decine di presepi viventi: a San Fortunato della Collina nel comprensorio di Perugia, alla cascata delle Marmore, a Gubbio, Spoleto e a San Gregorio di Assisi, per citarne alcuni.

Una rappresentazione della Natività che assomiglia a un museo a cielo aperto delle tradizioni e dei mestieri siciliani di un tempo è il presepe vivente di Custonaci, in provincia di Trapani, nella grotta Mangiapane, inserito fra i cento beni immateriali della Regione Sicilia. Da quasi trent’anni, l’Associazione culturale “Museo vivente” del comune trapanese riporta in vita case rurali, stalle, un forno per il pane costruiti da una famiglia di pastori a fine Ottocento, coinvolgendo un’intera comunità locale di veri artigiani che eseguono gesti e riti di antichi mestieri. Ecco le date: 25-26-29-30 dicembre e 5-6 gennaio.

La Puglia ha alle spalle una ricca tradizione di presepi viventi. Uno dei maggiori in Italia viene realizzato a Tricase, in provincia di Lecce, sulla collina di Monte Orco da dove si ammira un panorama mozzafiato. L’inaugurazione è fissata per il 22 dicembre, le altre serate di apertura sono: 25-26-29-30 dicembre e 1-3-5-6 gennaio 2013. Quest’anno torna da Betlemme la “luce della pace” che sarà posta all’ingresso del presepe, mentre nel giorno conclusivo è prevista la tradizionalesfilata dei personaggi del presepe, in costume d’epoca. Il 29 dicembre Tricase si potrà raggiungere da Lecce con il treno storico della Natività “Salento Express”. Rinomati sono anche i presepi viventi pugliesi di Canosa di Puglia e di Pezze di Greco.

Nelle Marche, a Genga, nelle grotte di Frasassi, c’è quello che viene considerato il maggiore presepe vivente al mondo. Si possono osservare in azione falegnami, calzolai, tessitori, tutti intenti nella loro arte mentre attendono la nascita del Messia in una cornice naturale che già da sola lascia senza fiato. L’allestimento coinvolge gran parte della popolazione con circa 300 figuranti su quasi30 mila metri quadri di superficie all’interno della Gola di Frasassi. Due sole date per questo spettacolo: 26 e 30 dicembre. Nelle Marche spicca anche un altro presepe vivente scenografico, quello nel castello di Precicchie, frazione di Fabriano. Se la gioca in quanto ad estensione con quello di Frasassi il presepe vivente lucano che viene realizzato fra i Sassi di Matera. È appena partita la prenotazione online dei biglietti per le date previste: dal 27 al 30 dicembre. Fra gli altri c’è anche il presepe vivente di Pietrelcina (Benevento), nel borgo che ha dato i natali a Padre Pio.

La tradizione dei presepi viventi non è appannaggio dell’Italia centromeridionale. Anche Bolzanorinnova la tradizione: il 22 e il 23 dicembre al celebre mercatino viene affiancata anche la Natività. Nel presepe sotto l’albero come per magia tutte le figure di legno diventano reali, accompagnate durante il pomeriggio dalle melodie della Kantorei Lechner e dai fiati della banda musicale di Gries.

 

Translated with Google Translate

(Stefania Passarella)

From almost theatrical re-enactment of Greccio, the oldest, the evocative staging of Custonaci in Trapani, via one of the greatest living nativity scenes set up in the caves of Frasassi. By December renews itself throughout Italy with the appointment of the most beautiful representations of the Nativity: a perfect synthesis of sacred art and popular tradition.

In the village of Greccio, in the Santa Valley in the province of Rieti, the set up for the days of Christmas and Epiphany is not a simple nativity scene but a play very suggestive. In 1223 St. Francis in those places was for the first time the Nativity with live people on Christmas Eve. And every year since 1973, men and women dressed in period costumes give life to the events that led to setting up of the crib. The date is December 24 with performances on 26 and 29 December and the first 5:06 of January. The stands can accommodate more than two thousand seats and there are heated marquees.

The Franciscan tradition reigns in the heart of Umbria, which this year hosts dozens of nativity: San Fortunato of the Hill in the district of Perugia, the waterfall Falls, Gubbio, Spoleto and St Gregory of Assisi, to name a few.

A Nativity scene that looks like a open-air museum of Sicilian traditions and crafts of yesteryear is the living crib of Custonaci, in the province of Trapani, in the cave Mangiapane, inserted in the one hundred intangible assets of Sicily. For almost thirty years, the Cultural Association “living museum” of the town of Trapani revives houses, stables, a bread oven built by a family of shepherds in the nineteenth century, involving an entire community of true craftsmen who perform gestures and rituals of ancient crafts. Here are the dates: 25-26-29-30 December and 5-6 January.

Puglia has had a rich tradition of nativity. One of the biggest in Italy is made in Tricase, in the province of Lecce, on the hill of Monte Orco where you can admire a breathtaking view. The inauguration is scheduled for December 22, the other evening hours are: 1-3-5-6 25-26-29-30 December and January 2013. This year, back to Bethlehem, the “light of peace” that will be placed at the entrance of the crib, and the final day is scheduled the traditional parade of the characters of the nativity scene, dressed in period costume. On December 29, Tricase can be reached by train from Lecce’s historic Nativity “Salento Express”. Renowned are the nativity of Puglia Canosa di Puglia and Pieces of Greek.

In the Marches, in Genga, in the caves of Frasassi, there is what is considered the largest nativity scene in the world. Can be seen in action carpenters, shoemakers, weavers, all intent on their art while awaiting the birth of the Messiah in a natural setting which alone is breathtaking. The preparation involves most of the population with around 300 listed on nearly 30 thousand square meters in the Frasassi Gorge. Only two dates for this show: 26 and 30 December. In the Marche region also stands another spectacular nativity scene, the one in the castle Precicchie, fraction of Fabriano. If the play as to extension with the Frasassi the Lucan nativity scene that is created between the Sassi of Matera. You just started the online booking of tickets for the scheduled dates: December 27 to 30. Among others there is also a live nativity scene of Pietrelcina (Benevento), in the village that was the birthplace of Padre Pio.

The tradition of the nativity is not the prerogative-central Italy. Bolzano also renews the tradition: on 22 and 23 December the famous flea market is also accompanied the Nativity. In the manger under the tree as if by magic all wooden figures become real, accompanied by the melodies of the afternoon Kantorei Lechner and wind the band of Gries.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Spettacolo: Benigni torna e riparte da Berlusconi

Poi su Rai1 spiega la Costituzione, ‘moderna e coraggiosa’.

(ANSA) – ROMA, 17 DIC ”S’e’ ripresentato, Signore pieta’.
E’ la sesta volta, la settima ha detto che si riposa, anche lui”: e’ ripartito dal suo bersaglio preferito, Silvio Berlusconi, Roberto Benigni, protagonista della serata evento di Rai1 ‘La piu’ bella del mondo’. Dopo il monologo sul Cavaliere, il premio Oscar ha spiegato i dodici principi fondamentali della Costituzione, ”moderna e coraggiosa”.

Translated with Google Translate

(ANSAmed) – ROME, Dec. 17 –” run ‘re, Lord pity’.
It ‘s the sixth time, the seventh said that he rests, he”: and’ shared his favorite target, Silvio Berlusconi, Roberto Benigni, star of the evening event Rai1 ‘The most’ beautiful in the world ‘. After the monologue on the Knight, Oscar explained the twelve basic principles of the Constitution,” modern” and courageous.

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Musica: Nannini, brano gratis con biglietto tour

L’artista parte il 12 aprile da Roma.

(ANSA) – ROMA – In omaggio con il biglietti dell’Inno Tour di Gianna Nannini, che parte da Roma il 12 aprile, ci sara’ un brano inedito dell’artista, realizzato proprio per aprire i concerti. Un brano speciale, il cui titolo e’ ancora top secret, ma che si mormora essere ”rivoluzionariamente rock”. Insieme all’acquisto del biglietto ogni spettatore ricevera’ un codice con il quale, dall’8 gennaio alle ore 8, potra’ accedere a una pagina web dove effettuare il download gratuito del brano.

Translated with Google Translate

(ANSAmed) – ROME – In honor of the Tour tickets Hymn of Gianna Nannini, who left Rome on April 12, there will be ‘an unreleased track artist, created precisely to open concerts. A special song, whose title and ‘still top secret, but it is rumored to be” revolutionary” rock. Ticket with the purchase of every viewer will receive ‘a code with which, from January 8, at 8 am, you may’ access to a web page where the free download of the song.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Parliamo di: Fare la spesa bene per vivere meglio

Come risparmiare in 10 mosse.

L’autrice Maddalena De Bernardi mi ha chiesto di rimuovere l’articolo. Fatto!

L’articolo lo potete trovare su questo link.

http://www.donnamoderna.com/tempo-libero/come-risparmiare-in-10-mosse

 

 

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: