dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Tornano in Italia affreschi Pompei e Bella addormentata

Salve,  invio le immagini delle 25 opere trafugate e rimpatriate dagli Stati Uniti ad operw dei Carabinieri Comando Tutela Patrimonio, da caricare in cms e Browser allegati. Grazie  Daniela Giammusso?

Dell’affresco con la donna dal lungo mantello rosso e la piccola Oinochoe in mano si erano perse le tracce il 26 giugno 1957, quando fu rubato dagli uffici della Soprintendenza di Pompei. Ma c’è anche la Bella addormentata, scolpita nel marmo bianco dolcemente sdraiata, del II secolo d.C. O la cuspide del sarcofago pestano del IV-III a.C con l’Auleta, il suonatore di flauto di epoca Macedone. Sono alcuni dei 25 capolavori trafugati e illecitamente venduti negli anni, che i carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale hanno riportato oggi, definitivamente, in Italia dagli Stati Uniti dopo un lavoro di indagine in collaborazione con l’Homeland Security Investigations-Immigration and Customs Enforcement (ICE).

Un tesoro valutato oltre 30 milioni di euro che ora, pezzo per pezzo, tornerà nei siti di provenienza e che, dice il ministro dei beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, pone ancora una volta l’allarme ”sulla protezione del patrimonio dell’umanità”, sempre più sotto attacco dei mercanti d’arte ma anche della ”sistematica distruzione” da parte dell’Isis. ”E’ sempre più urgente – dice Franceschini – che la comunità internazionale si mobiliti in forme organizzate e di prevenzione. Due Paesi sensibili a questi temi come l’Italia e gli Stati Uniti siano da traino contro il trafugamento e il commercio illecito dei beni, perché sarà il problema non solo di questi anni ma dei prossimi decenni”. ”Quella restituita oggi – aggiunge l’ambasciatore Usa John R. Philips – è solo una piccola parte delle opere che attualmente circolano illegalmente sul mercato. Ogni manufatto, ogni pezzo di storia restituito, è un passo avanti”. Tra i pezzi finalmente ”a casa” colpiscono soprattutto i tre affreschi di Pompei del I secolo a.C (nel ’57 ne rubarono sei, tre già recuperati da Svizzera, Gran Bretagna e Usa), raffiguranti una giovane donna con amorino sulla spalla, una figura maschile e una donna con oinochoe. I carabinieri TPC, racconta il generale Mariano Mossa, li hanno ”scoperti” durante una missione a New York, nella collezione privata di un magnate statunitense deceduto, pronta per andare all’asta.

Altri ritrovamenti hanno invece condotto a ”vecchie” conoscenze dell’Arma, come la Kalpis etrusca con delfini dipinta da Micali nel 510-500 a.C, esportata illegalmente dal trafficante Giacomo Medici e restituita volontariamente dal Toledo Museum dell’Ohio. O la Bella addormentata, il coperchio di sarcofago di epoca romana con fanciulla distesa, in vendita per 4,5 milioni di dollari in una galleria di New York, dopo essere passata per una ditta di marmi, il ”noto” Cesare Becchina, un ricettatore elvetico, fino al collezionista nipponico che l’aveva data in conto vendita alla galleria. E poi la cuspide con l’Auleta trafugata da Paestum e destinata, via Liechtenstein e Svizzera, a un collezionista americano cui era già stata sequestrata la fiale d’oro da Morgantina.

LINK:  http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2015/05/26/pompei-recuperati-in-usa-affreschi-rubati-nel-1957_9ed62ccc-d745-46b7-89e8-249fc4f09941.html

Tradotto con Google

Fresco with the woman from the long red cape and small Oinochoe in hand went missing June 26, 1957, when it was stolen from the offices of the Superintendent of Pompeii. But there is also the Sleeping Beauty, carved in white marble gently lying, the second century AD Or the cusp of the sarcophagus pounding the IV-III BC with aulete, the flute player of Macedonian era. Are some of the 25 masterpieces stolen and illegally sold in the year, that the police Command’s Cultural Heritage Protection reported today, finally, in Italy from the United States after an investigation work in collaboration with the Homeland Security Investigations-Immigration and Customs Enforcement ( ICE).

A treasure valued at over 30 million Euros now, piece by piece, will return in the sites of origin and that, says the Minister of Cultural Heritage and Tourism, Dario Franceschini, raises once again the alarm ” on the protection of the heritage of ‘humanity’ ‘, under increasing attack by art dealers but also of’ ‘systematic destruction’ ‘by Isis. ” E ‘increasingly urgent – says Franceschini – that the international community should in organized forms and prevention. Two countries sensitive to these issues as Italy and the United States are towed against the theft and trafficking of goods, because the problem will not only these years but the coming decades ”. ” That returned today – adds US Ambassador John R. Philips – is only a small part of the works currently circulating illegally on the market. Every artifact, every piece of history restored, is a step forward ”. Among the pieces finally ” home ” primarily affect the three frescoes of Pompeii in the first century BC (in ’57 he stole six, three have been recovered from Switzerland, Britain and the US), depicting a young woman with cupid on the shoulder, a male figure and a woman with oinochoe. The Carabinieri TPC says General Mariano Mossa, have them ” discovered ” during a mission in New York, in the private collection of an American magnate died, ready to go to auction.

Other finds have instead led to ” old ” knowledge of the Force, as the Etruscan kalpis with dolphins painted by Micali in 510-500 BC, exported illegally from dealer Giacomo Medici and returned voluntarily from the Toledo Museum in Ohio. Or Sleeping Beauty, the lid of the sarcophagus of the Roman era with girl lying, for sale for $ 4.5 million in a gallery in New York, after passing through a marble company, the ” known ” Cesare Becchina, a fence Switzerland, up to the Japanese collector who gave it to the gallery on consignment. And then the cusp with the aulete stolen from Paestum and destined, via Liechtenstein and Switzerland, to an American collector which was already seized the vials of gold from Morgantina.
Google Traduttore per il Business:Translator ToolkitTraduttore di siti webStrumento a supporto dell’export

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: