dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Tecnologia: Il segreto dell’invisibilità

I plasmoni sono oggetti a metà strada fra onde elettromagnetiche e particelle, generate dall’oscillazione da un insieme di elettroni liberi (plasma) su una superficie. Si propagano parallelamente ad una superficie metallica, nella zona al confine tra il metallo e il mezzo esterno (ad esempio aria o acqua) e sono molto sensibili a qualsiasi cambiamento di questo confine.

Le variazioni subite dai plasmoni possono sopravvivere abbastanza a lungo da consentire applicazioni tecnologiche. Per questo i plasmoni sono alla base di una nuova generazione di materiali che non esistono in natura, con proprieta’ ottiche singolari e un indice di rifrazione plasmabile quasi a volonta’. Materiali di questo tipo, chiamati materiali plasmonici, permettono sono alla base delle ricerche volte ad ottenere materiali che permettono di far scorrere la luce intorno ad un oggetto rendendolo perfettamente ‘’invisibile’’. Ad esempio, sono allo studio lenti perfette, la cui risoluzione non e’ piu’ limitata dalla lunghezza d’onda della luce utilizzata.

Alcuni gruppi americani sono riusciti a ottenere l’invisibilita’ in intervalli di lunghezza d’onda limitati intorno al millimetro, ma gli esperti del settore sono convinti che in linea di principio, utilizzando materiali ottenuti grazie alle nanotecnologie, sara’ possibile anche nascondere anche oggetti di grandi dimensioni.Per ottenere queste caratteristiche e’ necessario che i materiali abbiano un indice di rifrazione della luce molto piccolo o negativo. Altre possibili applicazioni sono possibili nell’elettronica di altissima frequenza (Tera Hertz, mille volte piu’ veloce del Giga Hertz a cui funzionano i computer attuali) grazie ai plasmoni acustici. Questi ultimi, contrariamente ai plasmoni ordinari, si propagano alla stessa velocita’ a tutte le frequenze, come fa la luce nel vuoto, ma mille volte piu’ lentamente. Di conseguenza un segnale puo’ essere, in linea di principio, convertito da luminoso ad elettronico e viceversa, con una distorsione minima. In questo modo diventa possibile costruire dispositivi che funzionano a frequenze molto piu’ elevate rispetto ai dispositivi elettronici attuali.

Translated with Google Translate

The plasmons are objects halfway between electromagnetic waves and particles, generated by the oscillation of a set of free electrons (plasma) on a surface. Propagate parallel to a metal surface, in the border area between the metal and the external medium (eg air or water) and are very sensitive to any change of this boundary.
The changes experienced by plasmons can survive long enough to allow technological applications. For this plasmons are the basis of a new generation of materials that do not exist in nature, with properties ‘unique optical and refractive index malleable almost at will’. Materials of this type, called plasmonic materials, allow are the basis of research aiming to obtain materials which allow to slide the light around an object making it perfectly invisible””. For example, the study are perfect lenses, whose resolution is not ‘more’ limited by the wavelength of the light used.
Some American groups have managed to get the invisibility ‘in limited ranges of wavelength around the millimeter, but industry experts are convinced that in principle, using materials obtained through nanotechnology, will be’ can also hide objects also large dimensioni.Per obtain these characteristics and ‘necessary that the materials have an index of refraction of light very small or negative. Other possible applications are possible in the electronics of high frequency (Tera Hertz, a thousand times more ‘fast Giga Hertz computers work today) due to acoustic plasmons. The latter, in contrast to ordinary plasmons, propagating at the same speed ‘at all frequencies, as does the light in a vacuum, but a thousand times more’ slowly. Accordingly, a signal can ‘be, in principle, converted from light to electronic and vice versa, with a minimum of distortion. In this way it becomes possible to build devices that operate at frequencies much more ‘performance compared to existing electronic devices.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Tecnologia: Il segreto dell’invisibilità

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: