dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Cultura: L’arte di spiegare l’arte (in romanesco)

Guida turistica illustra quadri e monumenti ai ‘truzzi’, fenomeno su web.

di Francesco Fabbri

Guida turistica illustra quadri e monumenti ai 'truzzi', fenomeno su web

L’arte di spiegare l’arte (in romanesco), fenomeno su web

ROMA – “Ma questa chiesa è del V secolo prima o dopo Cristo?”. Una guida turistica d’altri tempi sarebbe rimasta di sale, una dei nostri tempi ha deciso di aprire un blog in cui rende comprensibile l’arte anche a chi ha meno dimestichezza con la materia. L’obiettivo e’ stato centrato in pieno da ‘L’arte spiegata i truzzi (nella loro lingua)’. On line da pochi giorni, è già un fenomeno del web.

A illustrare opere immortali in dialetto romano è Paola Guagliumi, laureata in storia dell’arte e guida turistica, che ha fatto tesoro di anni di esperienza nelle gallerie e nei musei. L’autrice coglie la sfida impossibile a Londra.

“Ero alla National Gallery – racconta – e mi sono imbattuta in una classe italiana in gita. Due ragazzotti vagavano con aria perplessa tra impressionisti e girasoli, mormorando espressioni di incomprensione e noia. Dovevo trovare un modo per interessarli… Da quando ho iniziato a lavorare – prosegue – mi sono resa conto che bisogna essere semplici, talvolta divertenti, e collegarsi sempre alla realtà: e’ quello che cerco di fare quando nel mio blogparagono l’Apoxyomenos a Totti, o la prospettiva ai videogiochi della playstation: attualizzare, per capire. Altrimenti si annoia.”.

Decine le domande strabilianti da parte dei turisti, soprattutto stranieri, con cui lavora la guida-blogger. “Il Nilo bagna Roma?” oppure “Avete gli iPhone in Italia?”.

In ascesa crescente il seguito su internet: il profilo Facebook  ha raccolto oltre 3.000 ‘mi piace’ in una decina di giorni, mentre il blog ha oltre 1.300 followers e un numero ben più alto di lettori.

Il lato amaro della vicenda è lo scarso appeal che l’arte esercita sugli italiani. Tanti i motivi indicati dalla blogger: “Credo che la scuola debba giocare un ruolo importante – dice – e le scelte di politica culturale sono forse insufficienti. Sicuramente esiste un problema economico, di investimenti, ma anche di mentalità, di cura, di intelligenza. Abbiamo un patrimonio inestimabile e forse non lo amiamo: si aprono i musei la notte, e poi di giorno sono vuoti”.

Translated with Google Translate

di Francesco Fabbri

ROME – “But this is the church of the fifth century before and after Christ”. A tour guide of the past would have been of salt, of our time decided to start a blog where the art makes it understandable to those who are less familiar with the matter. The goal ‘was centered in the middle of’ The Art explained the Truzzi (in their language). ‘ Online a few days ago, is already a phenomenon of the web.

To illustrate immortal works in the Roman dialect is Paola Guagliumi degree in art history and tour guide, who has capitalized on years of experience in galleries and museums. The author captures the impossible challenge in London.

“I was at the National Gallery – he says – and I came across an Italian class on a field trip. Two boys roamed quizzically between Impressionists and sunflowers, murmuring expressions of incomprehension and boredom. I had to find a way to interest them … Since I started to work – he continues – I realized that you have to be simple, sometimes funny, and always connect to reality and ‘what I try to do when my blogparagono the Apoxyomenos Totti, or the prospect of video games playstation: update, to understand. Otherwise you get bored. “.

There are dozens of amazing questions by tourists, especially foreigners, he works with the guide-bloggers. “The Nile bathes in Rome?” or “Do you have the iPhone in Italy?“.

Increasing rise in the following on the Internet: the Facebook profile has collected more than 3,000 ‘I like’ in about ten days, the blog has more than 1,300 followers and a much higher number of readers.

The bitter side of the story is the lack of appeal that art exerts on the Italians. Many are the reasons given by the blogger: “I think the school should play an important role – he says – and the choices of cultural policy are perhaps insufficient. Surely there is an economic problem, of investments, but also in attitude, care, intelligence. We have a priceless heritage, and maybe we do not love: museums open at night, and then during the day are empty. ”

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Cultura: L’arte di spiegare l’arte (in romanesco)

  1. Hey There. I found your blog the usage of msn.
    This is an extremely well written article. I’ll make sure to bookmark it
    and come back to read extra of your helpful information.
    Thank you for the post. I’ll certainly return.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: