dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Viaggi: La Natività in Italia, arte e tradizione

Da Greccio a Custonaci passando per le grotte di Frasassi: viaggio fra presepi.

Il presepe vivente fra i Sassi di Matera (Foto: Matera Convention Bureau)

 

(di Stefania Passarella)
Dalla rievocazione quasi teatrale di Greccio, la più antica, alla suggestiva messa in scena di Custonaci nel Trapanese, passando per uno dei presepi viventi più grandi allestito nelle grotte di Frasassi. A dicembre si rinnova in tutta Italia l’appuntamento con le più belle rappresentazioni della Natività:sintesi perfetta di sacro, arte e tradizione popolare.

Nel borgo di Greccio, nella Vallata Santa in provincia di Rieti, quello allestito per i giorni di Natale ed Epifania non è un semplice presepe vivente ma uno spettacolo teatrale molto suggestivo. Nel 1223 in quei luoghi San Francesco rappresentò per la prima volta la Natività con personaggi viventi nella notte di Natale. E dal 1973 ogni anno uomini e donne in costumi medievali danno vita alle vicende che portarono all’allestimento del presepe. L’appuntamento è il 24 dicembre con repliche il 26 e 29 dicembre e il primo, 5 e 6 gennaio. Le tribune possono ospitare oltre duemila posti a sedere e sono previste tensostrutture riscaldate.

La tradizione francescana regna anche nel cuore dell’Umbria che quest’anno ospita decine di presepi viventi: a San Fortunato della Collina nel comprensorio di Perugia, alla cascata delle Marmore, a Gubbio, Spoleto e a San Gregorio di Assisi, per citarne alcuni.

Una rappresentazione della Natività che assomiglia a un museo a cielo aperto delle tradizioni e dei mestieri siciliani di un tempo è il presepe vivente di Custonaci, in provincia di Trapani, nella grotta Mangiapane, inserito fra i cento beni immateriali della Regione Sicilia. Da quasi trent’anni, l’Associazione culturale “Museo vivente” del comune trapanese riporta in vita case rurali, stalle, un forno per il pane costruiti da una famiglia di pastori a fine Ottocento, coinvolgendo un’intera comunità locale di veri artigiani che eseguono gesti e riti di antichi mestieri. Ecco le date: 25-26-29-30 dicembre e 5-6 gennaio.

La Puglia ha alle spalle una ricca tradizione di presepi viventi. Uno dei maggiori in Italia viene realizzato a Tricase, in provincia di Lecce, sulla collina di Monte Orco da dove si ammira un panorama mozzafiato. L’inaugurazione è fissata per il 22 dicembre, le altre serate di apertura sono: 25-26-29-30 dicembre e 1-3-5-6 gennaio 2013. Quest’anno torna da Betlemme la “luce della pace” che sarà posta all’ingresso del presepe, mentre nel giorno conclusivo è prevista la tradizionalesfilata dei personaggi del presepe, in costume d’epoca. Il 29 dicembre Tricase si potrà raggiungere da Lecce con il treno storico della Natività “Salento Express”. Rinomati sono anche i presepi viventi pugliesi di Canosa di Puglia e di Pezze di Greco.

Nelle Marche, a Genga, nelle grotte di Frasassi, c’è quello che viene considerato il maggiore presepe vivente al mondo. Si possono osservare in azione falegnami, calzolai, tessitori, tutti intenti nella loro arte mentre attendono la nascita del Messia in una cornice naturale che già da sola lascia senza fiato. L’allestimento coinvolge gran parte della popolazione con circa 300 figuranti su quasi30 mila metri quadri di superficie all’interno della Gola di Frasassi. Due sole date per questo spettacolo: 26 e 30 dicembre. Nelle Marche spicca anche un altro presepe vivente scenografico, quello nel castello di Precicchie, frazione di Fabriano. Se la gioca in quanto ad estensione con quello di Frasassi il presepe vivente lucano che viene realizzato fra i Sassi di Matera. È appena partita la prenotazione online dei biglietti per le date previste: dal 27 al 30 dicembre. Fra gli altri c’è anche il presepe vivente di Pietrelcina (Benevento), nel borgo che ha dato i natali a Padre Pio.

La tradizione dei presepi viventi non è appannaggio dell’Italia centromeridionale. Anche Bolzanorinnova la tradizione: il 22 e il 23 dicembre al celebre mercatino viene affiancata anche la Natività. Nel presepe sotto l’albero come per magia tutte le figure di legno diventano reali, accompagnate durante il pomeriggio dalle melodie della Kantorei Lechner e dai fiati della banda musicale di Gries.

 

Translated with Google Translate

(Stefania Passarella)

From almost theatrical re-enactment of Greccio, the oldest, the evocative staging of Custonaci in Trapani, via one of the greatest living nativity scenes set up in the caves of Frasassi. By December renews itself throughout Italy with the appointment of the most beautiful representations of the Nativity: a perfect synthesis of sacred art and popular tradition.

In the village of Greccio, in the Santa Valley in the province of Rieti, the set up for the days of Christmas and Epiphany is not a simple nativity scene but a play very suggestive. In 1223 St. Francis in those places was for the first time the Nativity with live people on Christmas Eve. And every year since 1973, men and women dressed in period costumes give life to the events that led to setting up of the crib. The date is December 24 with performances on 26 and 29 December and the first 5:06 of January. The stands can accommodate more than two thousand seats and there are heated marquees.

The Franciscan tradition reigns in the heart of Umbria, which this year hosts dozens of nativity: San Fortunato of the Hill in the district of Perugia, the waterfall Falls, Gubbio, Spoleto and St Gregory of Assisi, to name a few.

A Nativity scene that looks like a open-air museum of Sicilian traditions and crafts of yesteryear is the living crib of Custonaci, in the province of Trapani, in the cave Mangiapane, inserted in the one hundred intangible assets of Sicily. For almost thirty years, the Cultural Association “living museum” of the town of Trapani revives houses, stables, a bread oven built by a family of shepherds in the nineteenth century, involving an entire community of true craftsmen who perform gestures and rituals of ancient crafts. Here are the dates: 25-26-29-30 December and 5-6 January.

Puglia has had a rich tradition of nativity. One of the biggest in Italy is made in Tricase, in the province of Lecce, on the hill of Monte Orco where you can admire a breathtaking view. The inauguration is scheduled for December 22, the other evening hours are: 1-3-5-6 25-26-29-30 December and January 2013. This year, back to Bethlehem, the “light of peace” that will be placed at the entrance of the crib, and the final day is scheduled the traditional parade of the characters of the nativity scene, dressed in period costume. On December 29, Tricase can be reached by train from Lecce’s historic Nativity “Salento Express”. Renowned are the nativity of Puglia Canosa di Puglia and Pieces of Greek.

In the Marches, in Genga, in the caves of Frasassi, there is what is considered the largest nativity scene in the world. Can be seen in action carpenters, shoemakers, weavers, all intent on their art while awaiting the birth of the Messiah in a natural setting which alone is breathtaking. The preparation involves most of the population with around 300 listed on nearly 30 thousand square meters in the Frasassi Gorge. Only two dates for this show: 26 and 30 December. In the Marche region also stands another spectacular nativity scene, the one in the castle Precicchie, fraction of Fabriano. If the play as to extension with the Frasassi the Lucan nativity scene that is created between the Sassi of Matera. You just started the online booking of tickets for the scheduled dates: December 27 to 30. Among others there is also a live nativity scene of Pietrelcina (Benevento), in the village that was the birthplace of Padre Pio.

The tradition of the nativity is not the prerogative-central Italy. Bolzano also renews the tradition: on 22 and 23 December the famous flea market is also accompanied the Nativity. In the manger under the tree as if by magic all wooden figures become real, accompanied by the melodies of the afternoon Kantorei Lechner and wind the band of Gries.

 

Fonte – Ansa.it

Spnsored by: www.pmd-group.com

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: