dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Archivio per il giorno “dicembre 4, 2012”

Ambiente: Risparmio e incentivi chiave investimenti

Ricerca ‘Energy efficiency indicator2012’.

Risparmio e incentivi chiave investimenti

Risparmio e incentivi chiave investimenti

ROMA A livello globale l’interesse per la gestione dell’energia e’ aumentata a livelli senza precedenti: i fattori chiave per decidere gli investimenti sono il risparmio e gli incentivi. A dirlo la ricerca ‘Energy efficiency indicator 2012’ realizzata da Johnson controls (azienda leader in soluzioni per migliorare l’efficienza energetica nel settore edilizio).

Secondo lo studio ”l’85% dei proprietari e gestori di edifici nel mondo confida nella gestione dell’energia per operare con successo: il 34% in piu’ rispetto a due anni fa”.

Inoltre il 50% e’ in cerca di modi per migliorare l’immagine ed accrescere il valore dei propri immobili. ”I proprietari di immobili investono in efficienza energetica perche’ ne riconoscono il ritorno finanziario – dichiara Dave Myers, presidente di Johnson controls, divisione building efficiency – L’elemento fondamentale nel settore del real estate commerciale una volta era la posizione, oggi si tratta di efficienza e posizione”. Secondo Myers ”quasi il 75% degli edifici commerciali in Europa sono stati costruiti oltre 20 anni fa ed hanno bisogno di miglioramenti dal punto di vista energetico.

Proprietari e gestori – aggiunge – guardano alla politica per abbattere i costi delle riqualificazioni con incentivi e rimborsi”.

In testa alla classifica degli investimenti troviamo i Paesi in sviluppo: l’81% in Cina e il 74% in India prevedono di aumentare i propri investimenti in efficienza energetica o in rinnovabili. Per l’Europa ”solo il 39% ha in progetto maggiori investimenti per i prossimi 12 mesi”. Gli interventi più diffusi in efficienza energetica in edilizia sono quelli dedicati all’illuminazione, agli impianti e ai controlli di riscaldamento e condizionamento, e all’efficienza idrica.

Le tecnologie che avranno maggiore diffusione nel mercato nei prossimi 10 anni dovrebbero essere quelle legate all’illuminazione (29%), al fotovoltaico (25%) e materiali da costruzione innovativi (23%). L’interesse per l’efficienza energetica in Europa, si afferma nello studio, è salito del 15% rispetto all’anno precedente. Per il 79% la gestione dell’energia è molto o estremamente importante per le loro imprese (erano il 61% nel 2011). Il Paese maggiormente interessato è il Regno Unito.

Translated with Google Translate

ROME – A global interest in energy management and ‘increased to unprecedented levels: the key factors in deciding on the investment savings and incentives. To say the search for ‘Energy efficiency indicators 2012’ made by Johnson controls (leader in solutions for improving energy efficiency in the building sector).

” According to the study, 85% of owners and managers of buildings around the world trust in energy management to be successful, with 34% more ‘than two years ago.”

In addition, 50% and ‘looking for ways to improve the image and increase the value of their property. ” Property owners invest in energy efficiency ‘cause they recognize the financial return – said Dave Myers, president of Johnson controls, building efficiency division – the fundamental element in the field of commercial real estate was once the location, today it is efficiency and location”. According to Myers” nearly 75% of commercial buildings in Europe were built over 20 years ago and need improvement in terms of energy.

Owners and Managers – added – look at the policy to reduce the cost of redevelopment incentives and reimbursements.”

At the top of the investments are developing countries: 81% in China and 74% in India plan to increase their investments in energy efficiency or renewable. For Europe” only 39% is planning further investments over the next 12 months.” The most common energy efficiency in buildings are those dedicated to lighting, systems, and controls for heating and cooling, and water efficiency.

The technologies that will have greater market penetration in the next 10 years should be those related to lighting (29%), photovoltaic (25%) and innovative building materials (23%). The interest in energy efficiency in Europe, says the study, increased by 15% over the previous year. For 79% of energy management is very or extremely important to their companies (compared to 61% in 2011). The country is more interested in the UK.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Annunci

Meteo di Mercoledì 5 Novembre

cartina

Cartina Meteo

Mercoledì 5: impulso più freddo da NO diretto principalmente verso le isole maggiori e il centrosud dal Lazio, Abruzzo, Molise e verso Sud, con piogge sparse e locali rovesci, più intensi sul basso Tirreno. Locali  nevicate a 7/900 m sul centrosud Appennino e sulle isole. Meglio con tempo più asciutto e soleggiato sul resto del Centro e al Nord, salvo addensamenti con locali nevicate a bassa quota su Ovest Alpi, Valle d’Aosta. Più freddo al Centronord con gelate fino in pianura, specie al Nord.

Nord: tempo generalmente stabile e ampiamente soleggiato salvo un po’ di nubi irregolari tra Veneto e Friuli e qualche addensamento sulle Alpi più settentrionali, Valle d’Aosta,  con fiocchi a bassa quota. Temperature sempre fredde al mattino e sotto zero anche in pianura, fino a -1° sulle alte pianure; stazionarie le massime.

Centro: nubi irregolari tra Lazio, Abruzzo e Molise con deboli piogge sparse e fiocchi a 7/800 m; meglio altrove con tempo asciutto e ampiamente soleggiato. Temperature in leggero calo con massime tra 10 e 12° in pianura. Venti  moderati o forti di Maestrale specie sui bacini, in particolare su quelli tirrenici.

Sardegna: molto nuvoloso con rovesci e temporali diffusi sulle aree centro-occidentali; un po’ meglio a Est con fenomeni più deboli e irregolari e anche locali schiarite. Nevicate a 8/900m. Temperature in calo con massime tra 8 e 13° in pianura.  Venti moderati o forti di Maestrale un po’ ovunque, soprattutto sui bacini. 

Sud e Sicilia: molte nubi con piogge più intense e anche temporali  sui settori tirrenici, tra il Salernitano, la Calabria tirrenica e il Nord della Sicilia, e neve a 900/1100 m in calo a 7/800 m la sera. Nubi e fenomeni più deboli e irregolari altrove alternati anche a schiarite; fiocchi sull’appennino campano e lucano a 800/1000 m. Temperature in lieve calo con massime mediamente comprese tra 11 e 14° in pianura. Venti moderati o forti di Maestrale un po’ ovunque, soprattutto sui bacini.

Translated with Google Translate

Wednesday 5: impulse coldest NO directed primarily toward the main islands and the central-Lazio, Abruzzo, Molise and south, with scattered showers and local showers, more intense in the southern Tyrrhenian Sea. Local snow at 7/900 m on the central-Apennines and on the islands. Better with the weather is dry and sunny the rest of the center and the north, except with local snowfall accumulations at low altitude over Western Alps, Valle d’Aosta. The colder the Centronord with frost up in the plains, especially in the North.

North: time generally stable and largely sunny but a little ‘cloud irregular between Veneto and Friuli and some thickening of the Alps most northern Valle d’Aosta, with bows at low altitude. Always cold temperatures below zero in the morning and also in the plains, down to -1 ° on the high plains, the maximum stationary.

Center: irregular clouds of Lazio, Abruzzo and Molise with scattered rain showers and bows to 7/800 m; better elsewhere in dry weather and sunny widely. Slightly lower temperatures with highs between 10 and 12 ° in the plains. Moderate to strong Mistral species on the docks, in particular on the Tyrrhenian.

Sardinia: cloudy with showers and thunderstorms spread over the central-western areas, a bit ‘better Est phenomena with weak and irregular and even local clouds. Snowfall in 8/900m. Decreasing temperature with maximum between 8 and 13 ° in the plains. Moderate to strong Mistral a little ‘everywhere, especially on the docks.

South and Sicily: many clouds with heavier rainfall and thunderstorms also on the Tyrrhenian, between Salerno and Calabria Tyrrhenian and the north of Sicily, and snow 900/1100 m down to 7/800 m at night. Clouds and phenomena weak and irregular alternating elsewhere too cloudy; flakes Apennines in Campania and Basilicata to 800/1000 m. Lightly decreasing temperature with maximum average between 11 and 14 ° in the plains. Moderate to strong Mistral a little ‘everywhere, especially on the docks.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

 

Scienza: La prima istantanea di un nano-arcobaleno

Una nuova tecnologia alla base delle future celle solari.

L'arcobaleno ricostruito con tecnologia nanometrica (fonte: Jean-Sebastien Bouillard, Ryan McCarron)

L’arcobaleno ricostruito con tecnologia nanometrica

Mai visto un arcobaleno così piccolo. La ricerca pubblicata sulla rivista Nature e coordinata da Zayats Anatoly, del Kings College di Londra, ha dimostrato in dettaglio come separare i colori e creare degli arcobaleni utilizzando minuscole strutture, delle dimensioni di miliardesimi di metro, sopra una superficie metallica. La tecnologia potrà migliorare l’efficienza di celle solari, display, televisori e tecniche scientifiche per il rilevamento dell’immagine.

Nanostrutture di vario genere sono state prese in considerazione per le applicazioni delle celle solari, allo scopo di aumentare l’efficienza di assorbimento della luce”, spiega Zayats. ”I nostri risultati – aggiunge – dimostrano che non è necessario mantenere le celle solari illuminate in una posizione fissa, senza comprometterne l’efficienza”. La grande differenza con gli arcobaleni naturali, nei quali il rosso appare sempre sul lato esterno e il blu sul lato interno, ”è che nelle nanostrutture create dai ricercatori è possibile controllare la posizione dei colori, oltre a poter separare i colori su diversi lati delle nanostrutture”.

Oltre 150 anni fa lo stesso istituto King scoprì come separare e proiettare colori diversi, aprendo la strada al mondo dei moderni display e televisori a colori. La sfida di oggi è quella della manipolazione del colore su scala nanometrica. I ricercatori sono stati in grado di intrappolare la luce di colori diversi e in diverse posizioni, utilizzando nanostrutture appositamente progettate. Sulla base di questa nuova tecnologia un arcobaleno ‘intrappolato’ potrebbe essere creato su una pellicola d’oro dell’ordine di alcuni micrometri, circa 100 volte più piccola rispetto a diametro di un capello umano.

Translated with Google Translate

Never seen a rainbow so small. The research published in the journal Nature and coordinated by Anatoly Zayats, King’s College London, has shown in detail how to separate the colors and create rainbows using tiny structures, the size of billionths of a meter above a metal surface. The technology can improve the efficiency of solar cells, displays, televisions and scientific techniques for the detection of the image.

” Nanostructures of various kinds have been taken into consideration for applications of solar cells, in order to increase the efficiency of absorption of light”, explains Zayats. ” Our results – adds – show that it is not necessary to maintain the solar cells illuminated in a fixed position, without compromising its efficiency”. The big difference with the natural rainbows, in which the red is always on the outside and blue on the inside,” is that in nanostructures created by the researchers can control the placement of the colors, in addition to separate the colors on different sides nanostructures”.

Over 150 years ago the same institution King discovered how to separate and to project different colors, paving the way to the world of modern displays and color televisions. The challenge today is that of color manipulation at the nanoscale. The researchers were able to trap light of different colors and in different positions, using specially designed nanostructures. On the basis of this new technology a rainbow ‘trapped’ could be created on a gold film of the order of a few micrometers, about 100 times smaller than the diameter of a human hair.

 

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Auto/Moto: Imparare la guida tra 11 e i 17 anni riduce incidenti del 9%

Esperienza inglese realizzata da Seat con 60mila corsi dal 2009.

Un giovane guidatore su una Seat

Un giovane guidatore su una Seat

ROMA – Avvicinare i teenager con eta’ compresa tra 11 e 17 anni all’esperienza di guida, attraverso corsi al volante di vere automobili su aree predisposte allo scopo, puo’ avere un impatto positivo sulla riduzione di incidenti al momento in cui i giovani – presa la patente – diventeranno utenti della strada. E’ quanto emerso da una ricerca realizzata in Inghilterra nell’ambito del programma Seat Young Driver che ha visto partecipare oltre 60mila ragazzi tra gli 11 e i 17 anni tra il 2009 e il 2012 su tutto il territorio britannico, comprese Londra, Birmingham, Southamptone Glasgow. Nei corsi organizzati in collaborazione con la Casa spagnola del Gruppo Volkswagen e realizzati dalla Young Driver Training Ltd, ai ragazzi sono state impartite lezioni pratiche comprese quelle relative alle manovre anche in retromarcia, alle modalita’ di guida nelle rotatorie ed alla effettuazione dei sorpassi. Prendendo in considerazione i giovani che ottengono in Gran Bretagna la licenza di guida a 17 anni ed hanno in precedenza seguito i corsi del programma Seat Young Driver – l’unico di questo tipo in quella nazione – l’indice di incidentalita’ risulta essere, entro i 6 mesi dalla patente, del 9% cioe’ molto piu’ basso rispetto al 20% che e’ la media fornita dal Department for Transport relativamente a tutti i giovani neopatentati inglesi entro i 6 mesi. Il problema – si legge nella nota della Seat UK – e’ molto grave perche’ il 25% dei guidatori nella fascia dei 17-24 anni, sempre secondo il Department for Transport, muore o ha un incidente molto grave, mentre la media per tutte le eta’ nel Paese e’ del 12,5%. ”La nostra ricerca, confortata anche da un programma analogo realizzato dal Governo svedese – ha dichiarato Kim Stanton, direttore marketing incaricato di Young Driver – mostra che insegnare ai ragazzi a guidare molto presto, quando sono molto piu’ ricettivi nei confronti dei messaggi sulla sicurezza stradale puo’ realmente aiutare a salvare centinaia di vite ogni anno”.

Translated with Google Translate

ROME – Approach the teenager with age ‘between 11 and 17 years driving experience, through courses at the wheel of real cars on areas prepared for the purpose, can’ have a positive impact on the reduction of accidents at the time when young people – hold a driver’s license – will become road users. And ‘the findings of a research conducted in England under the Seat Young Driver which saw the participation of over 60 thousand children between the ages of 11 and 17 years between 2009 and 2012 across the UK, including London, Birmingham, Glasgow Southamptone . In the courses organized in collaboration with the Spanish brand of the Volkswagen Group and produced by Young Driver Training Ltd, the boys were given practical lessons including those concerning maneuvering in reverse mode to ‘driving at roundabouts and the execution of overtaking. Taking into account that young people in Britain get a driver’s license at age 17 and have previously attended the courses of the Young Driver Seat program – the only one of its kind in the nation – the index of accident ‘turns out to be within 6 months after the license of 9% that ‘much’ lower than 20% and that ‘the media provided by the Department for Transport, for all the young novice English within 6 months. The problem – the statement of Seat UK – and ‘very serious’ cause 25% of drivers in the range of 17-24 years, according to the Department for Transport, dies or has a very serious accident, while the average for all ages ‘in the country and’ 12.5%. ” Our research, encouraged by a similar program created by the Swedish government – said Kim Stanton, director of marketing responsible for Young Drivers – shows that teaching kids to drive very early, when they are much more ‘receptive to messages about road safety can ‘really help save hundreds of lives every year.”

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Sport: F1 elenco 2013, manca la Hrt

Scuderia in vendita da un mese e in attesa di un compratore.

(ANSA) – PARIGI – La Fia ha reso noto l’elenco delle scuderie iscritte al Mondiale di F1 2013, elenco in cui non compare la spagnola Hrt, attualmente in cerca di un compratore.

Dodicesima ed ultima al termine del Mondiale 2012, senza aver raccolto nemmeno un punto, Hrt è in vendita da un mese, ma non ha ancora trovato un compratore. E, al momento, mancano i soldi per iscriversi. La stagione 2013 inizia il 17 marzo in Australia ed un potenziale acquirente avrebbe ancora un certo margine.

Translated with Google Translate

(ANSA) – PARIS – The FIA ​​has announced the list of teams entered at F1 World 2013, which does not appear in the list of the Spanish HRT, currently looking for a buyer.

Twelfth and last at the end of the World Cup 2012, without having collected a single point, HRT is on sale for a month, but has not yet found a buyer. And, at the moment, there is no money to sign up. The 2013 season begins March 17 in Australia and a potential buyer would still have some margin.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Salute: Influenza, per gelo in settimana +20%casi

Esperto, almeno 10mila italiani in piu’ a letto, vaccinarsi.

(ANSA) – ROMA Con il gelo in arrivo, tanto che i meteorologi hanno preannunciato ‘sciabolate di freddo artico’ che si abbatteranno sull’Italia, anche il virus dell’influenza comincia a farsi più minaccioso: nei prossimi giorni, proprio per l”effetto gelò, si stima infatti un aumento di circa il 20% dei casi di influenza, il che significa almeno 10.000 italiani in più costretti a letto con febbre e dolori muscolari. La previsione e di Fabrizio Pregliasco, ricercatore dell’Università di Milano.

Translated with Google Translate

(ANSA) – ROME-The frost on the way, so that meteorologists have predicted ‘slashes of arctic cold’ which are coming on Italy, including the influenza virus begins to be more menacing: in the next few days, just for the “froze effect, it is estimated an increase of approximately 20% of cases of influenza, which means at least 10,000 more Italians bedridden with fever and muscle aches. forecasting and Fabrizio Pregliasco, researcher at the University of Milan.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Spettacolo: Corto di Ponti e De Luca verso l’Oscar

E’ ‘Il turno di notte lo fanno le stelle’.

(ANSA) – ROMA Il cortometraggio Il turno di notte lo fanno le stelle, diretto da Edoardo Ponti e scritto da Erri De Luca, distribuito in Italia da Feltrinelli (cofanetto dvd+libro nella collana Le Nuvole, euro 9.90), e’ entrato nella shortlist degli 11 titoli – su 125 originariamente ‘eleggibili’ – che si contenderanno la nomination al Premio Oscar per il migliore cortometraggio.

Translated with Google Translate

(ANSA) – ROME – The short film The night shift do the stars, directed by Edoardo Ponti and written by Erri De Luca, distributed in Italy by Feltrinelli (DVD box set + book in the series The Clouds, € 9.90), and ‘entered the shortlist of 11 titles – originally on 125 ‘eligible’ – that will contend for the nomination for the Academy Award for best short film.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Scienza: Gemelli della Terra possibili anche attorno alle ‘quasi stelle’

I pianeti rocciosi potrebbero essere più numerosi del previsto.

Rappresentazione artistica della nube attorno a una nana bruna (fonte: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO)/M. Kornmesser (ESO) )

Rappresentazione artistica della nube attorno a una nana bruna (fonte: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO)/M. Kornmesser (ESO) )

 

I pianeti rocciosi come la Terra potrebbero essere molto più numerosi del previsto. Lo dimostra la scoperta di un disco di polveri e particelle rocciose, che costituiscono l’embrione dei sistemi planetari, in orbita attorno ad una stella molto più piccola del Sole, come una nana bruna. Autore della scoperta, pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal Letters, è un gruppo di ricercatori italiani dell’Istituto di Tecnologia della California (Caltech), in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).

Un disco di polvere composta di granuli millimetrici, simile a quello che circonda le stelle appena formate, è stato scoperto attorno ad una nana bruna, un tipo di oggetto troppo piccolo per arrivare a brillare come una ‘vera’ stella. La scoperta ha sorpreso i ricercatori in quanto gli astronomi non ritenevano possibile che un simile agglomerato di polveri di queste dimensioni potesse esistere attorno ad un oggetto celeste così piccolo.

Questi risultati, ottenuti grazie ai dati forniti dal telescopio Alma (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), sulle Ande cilene, suggeriscono una revisione delle attuali teorie sulla formazione dei pianeti rocciosi, che nell’universo sarebbero dunque molto più comuni di quanto finora ritenuto.

“Spiegare la presenza di un disco di polvere con queste caratteristiche attorno ad una stella così piccola è davvero difficile nel quadro della nostra attuale comprensione sulla formazione dei pianeti”, ha spiegato Leonardo Testi, astronomo dell’Osservatorio di Arcetri dell’Inaf e tra gli autori della scoperta. Allo stato attuale, ha aggiunto, non è possibile determinare se questo tipo di nube possa portare alla formazione di veri pianeti rocciosi. Risposte potranno arrivare presumibilmente nei prossimi anni, con il completamento di Alma alla fine 2013. Per il coordinatore della ricerca, Luca Ricci, del Caltech, ”saremo presto in grado non solo di rivelare la presenza di piccole particelle nei dischi, ma anche di costruire una mappa della loro distribuzione nel disco circumstellare e di spiegare come interagiscono con il gas da noi trovato nel disco. Questo ci aiuterà a comprendere meglio come si formano i pianeti”.

Translated with Google Translate

The rocky planets like Earth may be much more numerous than expected. This is demonstrated by the discovery of a disk of dust and rock particles, which constitute the embryo of planetary systems, orbiting a star much smaller than the Sun, such as a brown dwarf. Author of the study, published in the Astrophysical Journal Letters, a group of Italian researchers of the California Institute of Technology (Caltech), in collaboration with the National Institute for Astrophysics (INAF).

A disc of dust composed of granules millimetric, similar to that which surrounds the stars have just been formed, was discovered around a brown dwarf, an object type too small to get to shine like a ‘real’ star. The discovery surprised the researchers because astronomers did not think it possible that such an agglomeration of powders of this size could exist around a celestial object so small.

These results obtained from data provided by the telescope Alma (Atacama Large Millimeter / submillimeter Array), in the Chilean Andes, suggest a revision of the current theories on the formation of rocky planets, that the universe would then be much more common than previously thought.

“To explain the presence of a dust disk with these characteristics around a star so small it’s really difficult in the context of our current understanding of planetary formation,” said Leonardo Testi, an astronomer at the Arcetri Observatory INAF and between the authors of the discovery. At present, he added, it is not possible to determine whether this type of cloud can lead to the formation of real rocky planets. Replies will presumably arrive in the coming years, with the completion of Alma at the end of 2013. For the research coordinator, Luca Ricci, Caltech,” we will be able not only to detect the presence of small particles in the discs, but also to build a map of their distribution in the circumstellar disk and explain how they interact with the gas we found on disk. This will help us better understand how planets form.”

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

 

Musica: Mina, stavolta mi sono abbandonata

Esce domani il nuovo album ’12 (american song book)’.

(ANSA) – ROMA ”Stavolta mi sono proprio abbandonata completamente. Ho liberato la mente, l’anima, il cuore e la passione ignorando l’armatura stretta che ti obbliga a dover usare i tuoi strumenti naturali in modo commerciale”: Mina, in una delle sue rarissime dichiarazioni, spiega ’12 (american song book)’, in uscita domani. Mina ha cantato in studio, dal vivo, 12 brani da Presley a Porter, da Kurt Weill a James Taylor, accompagnata dal trio jazz composto da Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino.

Translated with Google Translate

(ANSA) – ROME –” This time I just completely abandoned. I freed the mind, the soul, the heart and passion ignoring armor tight that forces you to have to use your natural tools in a commercial” Mina, in one of his rare statements says ’12 (american song book) ‘, out tomorrow. Mina sang in the studio, live, 12 tracks from Presley Porter, Kurt Weill, James Taylor, accompanied by a jazz trio composed of Danilo Rea, Massimo Moriconi and Alfredo Golino.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Cultura: Esce ‘Grandi speranze’ di Newell

Adattamento da Dickens nel bicentenario della nascita.

(ANSA) – ROMA – Fara’ felici anche i fan di Harry Potter il nuovo adattamento da uno dei capolavori di Dickens (nel bicentenario della nascita), ‘Grandi speranze’ di Mike Newell, in arrivo nelle sale italiane dal 6 dicembre in 150 copie. Oltre al regista (Harry Potter e il calice di fuoco), il film condivide con la saga del maghetto gli attori Ralph Fiennes, Helena Bonham Carter e Robbie Coltrane, a cui si aggiungono come protagonisti Jeremy Irvine (War Horse) e Holliday Granger.

Translated with Google Translate

(ANSA) – ROME – Fara ‘happy even Harry Potter fans new adaptation by one of the masterpieces of Dickens (the bicentenary of his birth),’ Great Expectations’ by Mike Newell, arriving in Italian cinemas from December 6 to 150 copies . In addition to the director (Harry Potter and the Goblet of Fire), the film shares with the saga of the boy wizard actors Ralph Fiennes, Helena Bonham Carter and Robbie Coltrane, to which are added as actors Jeremy Irvine (War Horse) and Holliday Granger.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Tecnologia: L’Italia del biotech

L’innovazione che nasce dalle start-up.

Cristalli di insulina, il primo farmaco biotecnologico (fonte: NASA/Marshall)

Cristalli di insulina, il primo farmaco biotecnologico (fonte: NASA/Marshall)

L’Italia si sta muovendo nella direzione giusta nel settore delle biotecnologie, con le nuove misure a sostegno delle imprese più innovative e delle start-up. E’ soddisfatta dell’andamento del settore l’associazione che riunisce le aziende biotecnologiche italiane, l’Assobiotec.
Quanto questa realtà costituisca una spinta verso l’innovazione e’ emerso dal Forum italiano dell’industria biotecnologica e della bioeconomia (Ifib 2012).

”In Italia il biotech rappresenta quasi lo 0,8% del Pil e altri paesi, come la Russia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, prospettano che il settore crescera’ fino al 2-3% del Pil”, rileva il presidente dell’Assobiotec, Alessandro Sidoli.

Ma per crescere il biotech italiano ha bisogno di sostegno. ”Le aziende- prosegue Sidoli – possono arrivare a investire fino al 40% del fatturato in ricerca, ma i tempi sono lunghi e le percentuali di successo basse. Per questo servono nuove misure a sostegno della ricerca e dell’innovazione che mettano più ‘benzina’ nel motore”. L’auspicio dell’Assobiotec, dice ancora il presidente, è che ”si possa elaborare un piano di sviluppo nazionale per la bioeconomia in prospettiva 2020, perchè il settore delle biotecnologie è una realtà importante che avrà un grossissimo sviluppo negli anni a venire”.

Translated with Google Translate

Italy is moving in the right direction in the biotechnology sector, with new measures to support the most innovative companies and start-ups. It ‘satisfied the performance of the sector, the association of the Italian biotech companies, the Assobiotec.
How this actually constitutes a drive for innovation and ‘emerged from the Forum Italian biotechnology industry and the bio-economy (Ifib 2012).

” In Italy, the biotech accounts for almost 0.8% of the GDP and other countries, such as Russia, Britain and the United States, are considering that the industry will grow ‘up to 2-3% of GDP,” notes the President dell’Assobiotec, Alessandro Sidoli.

But to grow the Italian biotech needs support. ” Companies-continued Sidoli – can get to invest up to 40% of its turnover in research, but the times are long and the low success rates. This calls for new measures to support research and innovation that put more ‘petrol’ in the engine.” The hope dell’Assobiotec, says the president,” is that we can develop a national development plan for the bio-economy perspective in 2020, because biotechnology is an important reality that will have a very big development in the years to come ”.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Economia: Eni, riprende attivita’perforazione Libia

Pozzo esplorativo a sud di Bengasi.

(ANSA) – ROMA – Riparte l’attivita’ esplorativa onshore dell’Eni in Libia. Lo annuncia la compagnia petrolifera, aggiungendo che l’attivita’ e’ ripresa attraverso la perforazione del pozzo esplorativo A1-108/4 situato nel bacino di Sirte, a circa 300 chilometri a sud di Bengasi.

Translated with Google Translate

(ANSA) – ROME – Restarts the activity ‘exploratory onshore Eni in Libya. This was announced by the oil company, adding that the activity ‘and’ shooting through the drilling of exploration well A1-108/4 located in the Sirte basin, about 300 km south of Benghazi.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

News dal Mondo: India, tensione-Maldive per scalo Male’

New Delhi blocca aiuti, timori ingerenze Cina.

(ANSA) – Dopo la decisione del governo delle Maldive di revocare la concessione della gestione dell’aeroporto di Male’ al consorzio guidato dalla societa’ indiana GMR, l’India ha deciso di congelare gli aiuti finanziari all’arcipelago. Lo dice l’agenzia di stampa Ians.

Lo sviluppo dell’aeroporto Ibrahim Nasir di Male’ e’ il piu’ importante investimento estero nelle Maldive (500 milioni di dollari), ma la settimana scorsa le autorita’ locali hanno annullato la concessione al consorzio GMIAL guidato da GMR.

Translated with Google Translate

(ANSA) – Following the decision of the Government of the Maldives to revoke the concession for the management of the airport of Male ‘to the consortium led by the company’ Indian GMR, India has decided to freeze financial aid to the archipelago. He says the news agency Ians.

The development of the airport Ibrahim Nasir Male ‘and’ the most ‘foreign investment project in the Maldives (500 million dollars), but last week the authorities’ premises have canceled the grant to the consortium led by GMR GMIAL.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Rilevatori gas

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Angolo della risata

Riflessioni…

Fonte – Bastardidentro.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

 

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: