dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Tecnologia: Il primo cervello artificiale che sa contare e disegnare

Si chiama Spaun, riconosce i numeri e scrive.

Schema del comportamento di Spaun (fonte: Chris Eliasmith, et al.)

Schema del comportamento di Spaun (fonte: Chris Eliasmith, et al.)

E’ stato realizzato il primo modello di un cervello artificiale in grado di percepire, riconoscere numeri, ricordare liste e disegnare con un braccio robotico. Descritto sulla rivista Science, si chiama Spaun, è composto da appena 2,5 milioni di neuroni ma sa riprodurre alcuni comportamenti complessi dei viventi. Il progetto, realizzato nell’università canadese di Waterloo, è un importante passo in avanti per la comprensione del cervello.

Spaun (Semantic Network Architecture Pointer) è stato pensato per realizzare in maniera rapida e flessibile una serie di operazioni semplici per gli uomini. I suoi ‘neuroni’ elettronici sono organizzati per simulare il comportamento delle diverse regioni del cervello e arrivare a riconoscere numeri, ricordarli e poi scriverli. Operazioni semplici che non richiedono nessun apparente sforzo a un essere umano, ma che legate a funzioni complesse come percezione e cognizione.

I modelli di simulazione neurale hanno raggiunto in questi ultimi anni grandi obiettivi, arrivando a imitare il funzionamento di cervelli composti anche da 100 miliardi di neuroni. In tutti i casi si tratta di modelli elaborati al computer, ma non di non vere ‘macchine’: il loro obiettivo è simulare la complessità di questo organo ancora oggi in larga parte sconosciuto.

Come spiegano gli autori della ricerca, le simulazioni si sono finora concentrate nell’elaborare connessioni per grandissimi numeri di neuroni. Tuttavia, nonostante i grandi successi ‘numerici’ ottenuti, nessun modello neurale è finora riuscito a riprodurre pienamente il controllo di apparenti semplici attività, come il riconoscimento.

L’idea del gruppo canadese è stata allora andare a cercare una strada diversa: anziche’ partire ‘dal basso”, ossia dall’architettura complessa del cervello umano basata su una gigantesca rete di neuroni, i ricercatori sono partiti da un numero molto più basso di neuroni, organizzandoli in sistemi che imitano l’attività di alcune aree del cervello. In questo modo e’ stato costruito Spaun, che con i suoi due milioni e mezzo di neuroni è riuscito dove i suoi predecessori avevano fallito. Spaun è in grado di eseguire otto diversi compiti, come riconoscere l’immagine di un numero o di una lettera ed elaborare una risposta che viene successivamente disegnata per messo un braccio robotico.

 

Translated with Google Translate

E ‘was created the first model of an artificial brain can perceive, recognize numbers, remember lists and draw with a robotic arm. Described in the journal Science, is called Spaun, is made up of just 2.5 million neurons but can reproduce some complex behaviors of the living. The project, University of Waterloo, is a major step forward in the understanding of the brain.

Spaun (Pointer Semantic Network Architecture) is designed to quickly and flexibly create a series of simple tasks for men. His ‘neurons’ electronics are organized to simulate the behavior of the different regions of the brain and come to recognize numbers, remember them and then write them. Simple operations that do not require any apparent effort to a human being, but that related to complex functions such as perception and cognition.

Simulation models of neural reached in recent years major objectives, arriving to imitate the functioning brain are also composed of 100 billion neurons. In all cases, these computer models, but not untrue ‘machines’: the aim is to simulate the complexity of this organ is still largely unknown.

As explained by the authors of the research, simulations so far have concentrated in developing connections to very large numbers of neurons. However, despite the great successes ‘numeric’ obtained, no neural model has so far failed to fully reproduce the apparent control of simple tasks, such as recognition.

The idea of ​​the Canadian group was then to look for a different way: instead of ‘from’ bottom-up”, ie the complex architecture of the human brain based on a giant network of neurons, the researchers started with a much larger number bottom of neurons, organizing them into systems that mimic the activity of certain brain areas. In this way ‘was built Spaun, who with his two and a half million neurons has succeeded where his predecessors had failed. Spaun is capable of performing eight different tasks, such as recognizing an image of a number or a letter and process a response which is subsequently drawn to put a robotic arm.

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Tecnologia: Il primo cervello artificiale che sa contare e disegnare

  1. If you are going for finest contents like myself, simply pay a quick visit this website every day as it presents
    feature contents, thanks

    Mi piace

  2. Hello just wanted to give you a quick heads up.
    The text in your article seem to be running off the
    screen in Safari. I’m not sure if this is a format issue or something to do with web browser compatibility but I thought I’d post to let you know.
    The style and design look great though! Hope you get the problem solved
    soon. Kudos

    Mi piace

  3. Incredible story there. What happened after? Thanks!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: