dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Curiosità: Sempre meno nozze e sempre più tardi

Continua il calo dei matrimoni religiosi, in lieve ripresa quelli misti.

Sempre meno nozze e sempre più tardi

Sempre meno nozze e sempre più tardi

ROMA Nel 2011 sono stati celebrati in Italia 204.830 matrimoni, 12.870 in meno rispetto al 2010: la tendenza alla diminuzione si è accentuata negli ultimi 4 anni. Lo rileva l’Istat. Diminuiscono anche i secondi matrimoni: da 34.137 del 2008 a 31.048 del 2011, ma la loro quota sul totale è in crescita dal 13,8% del 2008 al 15,2% del 2011. Le nozze sono sempre più tardive: l’età media al primo matrimonio degli uomini è pari a 34 anni e quella delle donne a 31 anni. E sono diminuiti di 39 mila in 4 anni i matrimoni religiosi.

La minore propensione a sancire con il vincolo matrimoniale l’unione è da mettere in relazione anche con la progressiva diffusione delle unioni di fatto, che – ricorda l’Istat citando il suo Rapporto annuale 2012 – da circa mezzo milione nel 2007 sono arrivate a quota 972 mila nel 2010-2011. In particolare, sono proprio le convivenze more uxorio tra partner celibi e nubili ad aver fatto registrare l’incremento più sostenuto, arrivando a un numero pari a 578 mila nel 2010-2011.

LIEVE RIPRESA MATRIMONI MISTI, AL NORD UNO SU 10 
– I matrimoni con almeno uno dei due sposi straniero sono in lieve ripresa dopo un calo negli ultimi anni: lo rileva l’Istat nel suo report “Il matrimonio in Italia”. Nel 2011 infatti sono state celebrate quasi 27 mila nozze di questo tipo (pari al 13% del totale dei matrimoni), circa 1.500 in più rispetto al 2010, anche se oltre 10 mila in meno in confronto al picco di massimo del 2008 (15%). I matrimoni misti sono stati invece 18 mila, il 68% delle nozze con almeno uno dei due straniero. La frequenza dei matrimoni con almeno uno sposo straniero è più elevata nelle aree in cui è più stabile l’insediamento delle comunità straniere, cioè al Nord e al Centro. Nel Nord-est, in particolare, quasi un matrimonio su 5 ha almeno uno sposo straniero, mentre il minimo si registra al Sud e nelle isole, con proporzioni pari rispettivamente al 6,5% e al 5,7% del totale delle unioni. Nelle coppie miste, la tipologia più frequente è quella in cui lo sposo è italiano e la sposa è straniera; questo tipo di matrimoni riguarda il 7,2% del totale delle celebrazioni a livello medio nazionale (14.799 nozze celebrate nel 2011) e il 10% nel Nord. Le donne italiane che hanno scelto un partner straniero sono 3.206 nel 2011, l’1,6% del totale delle spose. I casi in cui entrambi gli sposi sono stranieri continuano a rappresentare una minoranza (il 4,2% dei matrimoni totali) e si dimezzano quando si considerano solo quelli in cui almeno uno dei due sposi è residente in Italia. Il nostro Paese esercita, infatti, un’attrazione per numerosi cittadini provenienti soprattutto da paesi a sviluppo avanzato, che lo scelgono come luogo di celebrazione delle nozze. I più diffusi sono i matrimoni tra rumeni (864 matrimoni nel 2011, pari al 19% del totale dei matrimoni tra stranieri), seguiti dai nigeriani (567, il 12%) e dai cinesi (526 matrimoni, l’11%)

Translated with Google Translate.

ROME – In 2011, 204,830 marriages were celebrated in Italy, 12,870 less than in 2010: the downward trend has increased over the last four years. The notes to the Istat. Also reduce second marriages: from 34,137 in 2008 to 31,048 in 2011, but their share of the total is up from 13.8% in 2008 to 15.2% in 2011. Weddings are increasingly late: the average age at first marriage for men is 34 years and that of women in 31 years. It decreased by 39 000 in 4 years religious marriages.

The lower propensity to sanction the marriage union is to be related with the gradual spread of de facto unions, which – remember the Istat citing his Annual Report 2012 – from about half a million in 2007 have come to share 972 000 in 2010-2011. In particular, it is the living together as husband and wife between partners unmarried people to have recorded the more sustained increase, reaching a number equal to 578 000 in 2010-2011.

SLIGHT RETURN MIXED MARRIAGES, THE NORTH ONE OUT OF 10 – marriages with at least one of the spouses are foreign slight recovery after a decline in recent years: it detects the Istat in its report “The wedding in Italy.” In 2011 it was celebrated almost 27 thousand wedding of this type (13% of the total number of marriages), about 1,500 more than in 2010, although more than 10 thousand less in comparison to the peak maximum of 2008 (15% ). Mixed marriages were instead 18 000, 68% of the wedding with at least one of the two foreigners. The frequency of marriages with at least one foreign spouse is higher in areas where it is more stable settlement of foreign communities, namely the North and Centre. In the Northeast, in particular, almost like a marriage of 5 has at least one foreign partner, while the minimum is recorded in the South and in the islands, with an aspect ratio respectively to 6.5% and 5.7% of total marriages. In mixed couples, the most common type is one in which the husband is Italian and the foreign bride, this type of marriage concerns 7.2% of the total of the celebrations of the national average (14,799 wedding celebrated in 2011) and 10 % in the North. Italian women who have chosen a foreign partner are 3,206 in 2011, 1, 6% of all brides. The cases in which both spouses are foreign nationals continue to represent a minority (4.2% of total marriages) and divide when considering only those in which at least one of the spouses is resident in Italy. Our country carries out, in fact, an attraction for many people mainly from developed countries, who choose it as a place of celebration of marriage. The most common are marriages between Romanian (864 marriages in 2011, 19% of the total number of marriages between foreigners), followed by Nigeria (567, 12%) and Chinese (526 marriages, 11%).

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: