dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Aperti rifugi a Tel Aviv, nuovi raid a Gaza

Oggi nella Striscia premier egiziano. Presidente Morsi: eclatante aggressione contro l’umanita’

La preghiera di un soldato israeliano

La preghiera di un soldato israeliano

Il municipio di Tel Aviv annuncia l’apertura dei rifugi pubblici, mentre suonano le sirene e si sentono esplosioni.

Il presidente egiziano Mohamed Morsi tuona contro Israele definendo gli attacchi su Gaza “una eclatante aggressione contro l’umanità”. Lo riferisce l’agenzia di stampa egiziana Mena.

Gli attacchi sulla Striscia di Gaza sono un’aggressione. Lo ha detto il premier egiziano, Hisham Kandil, sottolineando che il mondo deve agire per fermare gli attacchi. L’Egitto “non risparmierà alcuno sforzo” per raggiungere una tregua a Gaza.

Un portavoce militare israeliano ha spiegato che le forze armate israeliane non hanno condotto alcun attacco nella Striscia di Gaza da quando vi è entrato il premier egiziano Hisham Kandil. Secondo il portavoce, Israele è estraneo alla deflagrazione che ha provocato nel campo profughi di Jabalia la morte di due palestinesi. Nelle ultime tre ore – ha precisato – da Gaza sono stati sparati verso Israele una sessantina di razzi. Secondo il sito di al Arabiya, che cita fonti della sicurezza, i raid di Israele sono ripresi dopo poche ore dall’annuncio di un cessate il fuoco.

Non si fermano neanche i razzi palestinesi verso Israele: un razzo anticarro sparato da Gaza ha centrato una jeep utilizzata da giornalisti israeliani mentre si trovava a ridosso della Striscia di Gaza, fra i kibbutz israeliani di Kissufim e Beeri. Il veicolo è stato distrutto, ma non si segnalano vittime. In precedenza, da Gaza una milizia locale aveva annunciato di aver distrutto una jeep dell’esercito israeliano.

Ieri i razzi lanciati dalla Striscia di Gaza hanno bersagliato, dopo 21 anni, anche Tel Aviv, scatenando la violenta risposta dell’esercito israeliano, che ha richiamato 16 mila riservisti (in prevalenza unità di fanteria e del genio). Il bilancio è di 19 vittime palestinesi e 3 israeliane; oltre 200 i feriti nella Striscia.

Il premier egiziano Hisham Kandil, accompagnato da diversi consiglieri e dal ministro della sanità Mustafa Hamed, e’ arrivato a Gaza e vi restera’ per tre ore. Scopo della missione, è stato spiegato in Egitto, è di esprimere solidarietà ai palestinesi della Striscia e di verificare quali aiuti possano essere più urgenti.

MERKEL E ASHTON PREOCCUPATE PER ESCALATION VIOLENZE – La cancelliera Angela Merkel si è detta “molto preoccupata per l’escalation” di violenza in Medio Oriente. Lo ha detto un suo portavoce oggi a Berlino. Timori anche da parte dell’Alto rappresentante Ue per la politica estera, Catherine Ashton. “Il lancio di razzi da Hamas e da altre fazioni a Gaza che hanno iniziato questa crisi è totalmente inaccettabile per ogni governo e deve fermarsi”, si legge in un comunicato della Ashton.

 

Translated with Google Translate

The municipality of Tel Aviv announces the opening of public shelters, while the sirens sound and feel explosions.

Egyptian President Mohamed Morsi thunders against Israeli attacks on Gaza defining a “blatant aggression against humanity.” This was reported by the Egyptian news agency Mena.

The attacks are an assault on the Gaza Strip. He said the Egyptian prime minister, Hisham Kandil, stressing that the world must act to stop the attacks. Egypt “spare no effort” to reach a truce in Gaza.

An Israeli military spokesman said that Israeli forces did not carry out any attacks in the Gaza Strip since you entered the Egyptian Prime Minister Hisham Kandil. According to the spokesman, Israel is no stranger to the explosion that caused the refugee camp of Jabalia the death of two Palestinians. In the last three hours – he explained – were fired from Gaza into Israel sixty rockets. According to the website of Al Arabiya, citing security sources, the raids of Israel are resumed after a few hours of the announcement of a ceasefire.

Do not stop the Palestinian rockets into Israel: an anti-tank rocket fired from Gaza hit a jeep used by Israeli journalists while he was close to the Gaza Strip, including Israeli kibbutz Kissufim and Beeri. The vehicle was destroyed, but there were no casualties. Previously, from Gaza a local militia announced it had destroyed an Israeli army jeep.

Yesterday the rockets fired from the Gaza Strip have struck, after 21 years, Tel Aviv, sparking the violent response of the Israeli army, which attracted 16 000 reservists (mostly infantry and engineering). The budget is 19 Palestinians and three Israeli victims, more than 200 injured in the Gaza Strip.

Egyptian Prime Minister Hisham Kandil, accompanied by several councilors and the Health Minister Mustafa Hamed, and ‘to Gaza and will stay there’ for three hours. The purpose of the mission was explained in Egypt, to express solidarity with the Palestinians in the Gaza Strip and to see which aid can be more urgent.

MERKEL AND ASHTON CONCERNED FOR ESCALATION OF VIOLENCE – Chancellor Angela Merkel said she was “very concerned about the escalation” of violence in the Middle East. He said a spokesman in Berlin today. Fears also by EU High Representative for Foreign Policy, Catherine Ashton. “The launch of rockets by Hamas and other factions in Gaza that started this crisis is totally unacceptable for any government, and must stop,” it said in a statement from Ashton.

Fonte – Ansa.it

Rilevatori gas

Sponsored by
Pmd-Group Srl

 

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: