dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

‘Abbattuto caccia Israele’ Sirene a Gerusalemme

Aperti rifugi a Tel Aviv. Nuovi raid contro Gaza

Medioriente in fiamme

Medioriente in fiamme

Le brigate Izzeddin al Qassam di Gaza affermano di aver abbattuto un caccia israeliano con un missile terra-aria. I miliziani lo annunciano sul loro account Twitter.

Le sirene di allarme risuonano a Gerusalemme. Lo affermano testimoni.

In precedenza le sirene sono risuonate nuovamente a Tel Aviv nel terzo giorno di raid israeliani su Gaza mentre un altro razzo sparato da Hamas è caduto in mare senza provocare vittime: nella città israeliana sono stati riaperti i rifugi pubblici dopo 21 anni. L’ultima volta fu nel 1991, quando Tel Aviv fu bersagliata da missili iracheni Scud.

Continuano intanto senza sosta i raid dell’aviazione israeliana sulla Striscia, e l’esercito israeliano ha disposto il richiamo di 16mila riservisti: “Un’operazione di terra a Gaza si avvicina”, ha affermato stamani all’alba la radio militare. Il presidente egiziano Morsi ha tuonato contro gli attacchi definendoli “un’aggressione contro l’umanità”. E stamani il suo primo ministro, Hisham Kandil, ha visitato per circa tre ore la Striscia dove si è recato ufficialmente per esprimere solidarietà a gli abitanti di Gaza e portare aiuto.

Ma l’obiettivo è stato anche di lavorare per favorire una tregua tra gruppi palestinesi e Israele. Per la durata della visita, Israele ha detto di aver sospeso, su richiesta dell’Egitto, ogni operazione militare su Gaza a patto che dalla Striscia non arrivassero, in quel lasso di tempo, altri missili. Un’affermazione contestata da Gaza: secondo quanto riportato dal sito di al Arabiya – che ha citato fonti della sicurezza della Striscia – Israele avrebbe invece continuato con i raid: a Jabalya nella parte nord di Gaza sarebbero morti due palestinesi.

Nelle ultime ore comunque da Gaza sono stati sparati verso Israele una sessantina di razzi. Il bilancio di ‘Colonna di nuvola’ per ora segna almeno 20 morti da parte palestinese e tre da quella israeliana Da tutto il mondo si moltiplicano appelli alla moderazione e espressioni di forte preoccupazione.

L’Alto rappresentante Ue per la politica estera Catherine Ashton ha detto che gli attacchi di Hamas (“totalmente inaccettabili”) devono cessare e che la risposta di Israele deve essere proporzionata. Mentre il cancelliere tedesco Angela Merkel ha sottolineato che “Israele ha il diritto e il dovere di proteggere il suo popolo” e che non c’é “alcuna giustificazione per il lancio di razzi su Israele”.

Da Ankara – nonostante il gelo calato sulle relazioni bilaterali da due anni – il vicepremier turco Bulent Arinc ha proposto allo stato ebraico di avviare un dialogo per porre fine alla crisi. Arinc ha affermato che Turchia e Israele “dovrebbero avviare conversazioni almeno su questo punto, per porre fine a questa tragedia e agli attacchì.

Intanto la Farnesina ha fatto sapere che sono una circa una decina gli italiani presenti nella Striscia, in maggior parte operatori umanitari. I connazionali si trovano al momento all’interno di una struttura che ospita tutti gli operatori internazionali. “In totale siamo 8 cooperanti italiani. C’é stato un primo tentativo di evacuazione ma è fallito e credo che fino a domani non ci saranno nuovi tentativi”, ha detto all’ANSA una cooperante italiana a Gaza.

Translated with Google Translate

Al Qassam Brigades Izzeddin Gaza say they have shot down an Israeli fighter with a missile-to-air. The militia announced it on their Twitter account.

Alarm bells ringing in Jerusalem. The witnesses say.

Previously, sirens rang out again in Tel Aviv in third day of Israeli air strikes on Gaza while another rocket fired by Hamas fell into the sea without causing victims in the Israeli town were reopened shelters public after 21 years. The last time was in 1991, when Tel Aviv was targeted by Iraqi Scud missiles.

Meanwhile continue unabated Israeli air raids on the Gaza Strip, and the Israeli army ordered the recall of 16 thousand reservists: “An act of land in Gaza approaches,” said Army Radio this morning at dawn. Egyptian President Bites thundered against the attacks as “an attack against humanity.” And this morning his prime minister, Hisham Kandil, visited for about three hours in the Gaza Strip where he went officially to express solidarity with the people of Gaza and to help.

But the goal was also to work to promote a truce between Palestinian factions and Israel. For the duration of the visit, Israel said it had suspended at the request of Egypt, every military operation on Gaza Strip as long as they did not arrive in that time frame, other missiles. A statement from contested Gaza as reported by Al Arabiya site – which quoted security sources in the Gaza Strip – Israel would, however, continued with the raid: in Jabalya in the northern Gaza killed two Palestinians would.

In the last hours, however, were fired from Gaza into Israel sixty rockets. The budget ‘column cloud’ marks for now at least 20 deaths on the Palestinian side and three from the Israeli from around the world are increasing calls for moderation and expressions of concern.

The EU High Representative for Foreign Policy Catherine Ashton said that Hamas attacks (“totally unacceptable”) shall cease and that Israel’s response must be proportionate. While German Chancellor Angela Merkel said that “Israel has the right and duty to protect its people” and that there is “no justification for firing rockets into Israel.”

From Ankara – despite the frost fell on bilateral relations for two years – the turkish deputy Bulent Arinc suggested the Jewish state to initiate a dialogue to end the crisis. Arinc said that Turkey and Israel “should start conversations on this point at least, to put an end to this tragedy and to attack.

Meanwhile, the Foreign Ministry said that are about a dozen Italians in the Gaza Strip, in most humanitarian workers. The Italians are currently in place within a structure that houses all the international actors. “In total, we are eight Italian volunteers. Has there been a first attempt to escape but failed and I believe that until tomorrow there will be new attempts,” he told the ANSA an Italian aid worker in Gaza.

 

Fonte – Ansa.it

Pmd-Group Srl.

Sponsored by
Pmd-Group Srl

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “‘Abbattuto caccia Israele’ Sirene a Gerusalemme

  1. Hi there exceptional blog! Does running a blog such as this require a
    large amount of work? I’ve no expertise in programming but I was hoping to start my own blog soon. Anyway, if you have any suggestions or tips for new blog owners please share. I understand this is off topic but I just wanted to ask. Cheers!

    Mi piace

  2. Everyone loves what you guys tend to be up too. Such clever work and
    exposure! Keep up the wonderful works guys I’ve incorporated you guys to my personal blogroll.

    Mi piace

  3. I am truly thankful to the holder of this site who has shared this impressive
    article at at this place.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: