dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Industria col fiato corto, al tredicesimo calo.

Spread risale a 370 punti, prima volta da ottobre

L'interno di una industria di profilati di acciaio

L’interno di una industria di profilati di acciaio

ROMA – La produzione industriale a settembre torna in calo, scendendo su base mensile dell’1,5% (destagionalizzato). Sull’anno si registra il tredicesimo calo consecutivo, -4,8% (corretto per effetti calendario). Lo rileva l’Istat. Il tendenziale grezzo scende del 10,5%.
Dopo il rialzo congiunturale di agosto quindi la produzione torna di nuovo negativa anche su base mensile. Mentre nel confronto annuo si allunga la serie di ribassi, che ormai prosegue ininterrotta da settembre del 2011, sia considerando i dati corretti per gli effetti di calendario sia quelli grezzi (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 22 di settembre 2011). Quanto ai raggruppamenti principali d’industrie, fa sapere sempre l’Istat, gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano a settembre variazioni tendenziali negative dappertutto. La diminuzione più marcata riguarda l’energia (-7,8%), ma cali significativi si rilevano anche per beni intermedi (-5,8%) e strumentali (-4,2%). Nel dettaglio, analizzando i diversi settori economici, l’indice corretto per gli effetti di calendario segna, rispetto a settembre 2011, aumenti nella produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici e della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (entrambi +3,6%). Positiva risulta anche la fabbricazione di prodotti chimici (+0,9%). Invece le diminuzioni maggiori riguardano i settori della fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-11,5%) e della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche, altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (-7,9%).
La produzione industriale nella media del terzo trimestre del 2012, luglio-settembre, è scesa dello 0,1% (dato destagionalizzato) su base congiunturale. Lo rileva l’Istat. Guardando alla media dei primi nove mesi dell’anno il calo, rispetto allo stesso periodo del 2011, risulta pari al 6,5% (dato corretto per gli effetti di calendario).
La produzione industriale per gli autoveicoli a settembre scende del 13% su base annua, mentre guardando ai primi nove mesi del 2012 il ribasso tendenziale risulta pari al 19,3%. Lo rileva l’Istat considerando i dati corretti per gli effetti di calendario. Prendendo invece a riferimento gli indici grezzi la flessione è del 21,2% a settembre e del 19,7% nel periodo gennaio-settembre.

Translated with Google Translate

ROME – Industrial production in September back down, going down on a monthly basis by 1, 5% (seasonally adjusted). On the year there was the thirteenth consecutive decline, down 4.8% (adjusted for calendar effects). The notes to the Istat. The trend in crude falls by 10.5%.
After the rise of economic production in August then back again negative, even on a monthly basis. While in the annual comparison extends the series of falls, which now continues uninterrupted from September of 2011, and considering the data adjusted for calendar effects and those rough (working days were 20 against 22 September 2011). As for the main industrial groupings, he always know the Istat, indices corrected for calendar effects reported in September negative trends everywhere. The most marked decrease in relation to energy (-7.8%), but significant decreases were recorded for intermediate goods (-5.8%) and instrumental (-4.2%). In detail, analyzing the various economic sectors, the index adjusted for calendar effects marks, compared to September 2011, increases in the production of basic pharmaceutical products and pharmaceutical preparations and manufacture of computer, electronic and optical products, electrical appliances , measuring equipment and watches (both +3.6%). Positive is also the manufacture of chemical products (+0.9%). Instead, the largest decreases are in the fields of supply of electricity, gas, steam and air (-11.5%) and manufacture of rubber and plastics, and other products of the processing of non-metallic minerals (-7.9% ).
Industrial production in the middle of the third quarter of 2012, from July to September, fell by 0.1% (seasonally adjusted data) on short-term basis. The notes to the Istat. Looking at the average of the first nine months of decline compared to the same period of 2011, amounted to 6.5% (data adjusted for calendar effects).
Industrial production for vehicles in September down 13% year on year, while looking for the first nine months of 2012, the downward trend is equal to 19.3%. The notes to the Istat considering the data adjusted for calendar effects. Taking as a reference instead of the raw indices, the decline was 21.2% in September and 19.7% in the period January-September.

 

Fonte – Ansa.it

Pmd-group Srl

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Industria col fiato corto, al tredicesimo calo.

  1. Your home is valueble for me. Thanks!…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: