dove come quando

"il silenzio è d'oro, la parola d'argento"

Sisma, intesa su sblocco fondi Emilia.

Sono Germania, Olanda, Finlandia, Svezia e Gran Bretagna

L'orologio della torre lesionato, prima del secondo crollo, a Finale Emilia, Modena

L’orologio della torre lesionato, prima del secondo crollo, a Finale Emilia, Modena

BRUXELLES – Parlamento, Consiglio e Commissione Ue hanno raggiunto un’intesa di principio per arrivare allo sblocco dei fondi per l’Emilia terremotata, dopo che Germania, Olanda, Finlandia, Svezia e Gran Bretagna hanno bloccato i 670 milioni di euro del Fondo di solidarieta’ Ue. L’intesa sarà formalizzata nell’ambito dell’accordo complessivo che dovrebbe essere raggiunto martedì prossimo quando riprenderanno i negoziati sui bilanci 2012 e 2013.

Se tutti i paesi hanno riconosciuto che l’Italia ha diritto ai finanziamenti del Fondo di solidarietà Ue, e hanno negli scorsi giorni formalmente approvato la decisione, Germania, Olanda, Finlandia, Gran Bretagna e Svezia hanno detto di non voler ‘pagare il conto’.

I 27 si erano riuniti oggi per decidere anche sul bilancio rettificativo Ue 2012, per cui la Commissione ha chiesto in più la cifra record di 9 miliardi, e anche sul bilancio 2013, per cui la sempre la Commissione ha chiesto un aumento del 7% rispetto a quello dello scorso anno. Questi cinque paesi sono contrari anche a queste richieste dell’esecutivo comunitario, adducendo il fatto che data la crisi bisogna ridurre le spese. I soldi che la Commissione chiede, però, sono quelli già stanziati per i progetti del bilancio 2007-2013, che essendo ora giunto al termine deve saldare i conti e pagare le fatture dovute agli stessi stati membri.

“Abbiamo fatto quanto necessario per rispondere all”obbligo moralé che abbiamo nei confronti dell’Italia e di chi ha subito i danni del terremoto”. Così il commissario Ue al bilancio, Jenusz Lewandowski, ha commentato l’intesa raggiunta in extremis per mobilitare i 670 milioni destinati all’Emilia. Il commissario ha però sottolineato che restano da trovare “almeno” nove miliardi per coprire il buco apertosi nel bilancio 2012 e in cui rientrano i fondi Erasmus e 1,8 miliardi di fondi strutturali per l’Italia.

IL CDM DICHIARA LO STATO DI EMERGENZA PER IL POLLINO – Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per i Comuni nel territorio delle province di Cosenza e Potenza, area del Pollino, colpiti il 26 ottobre dal terremoto. Intanto, a Mormanno, uno dei centri più colpiti, la paura non passa e sono centinaia gli abitanti che temendo nuove scosse forti dormono ancora in auto. “La paura è così tanta – dice il sindaco Guglielmo Armentano – che la gente non accetta neppure di dormire nella palestra dove sono stati allestiti 100 letti. Vengono solo per consumare pasti caldi”.

Translated with Google Translate

BRUSSELS – European Parliament, the Council and the EU Commission have reached an agreement in principle to get to the release of funds for the earthquake Emilia, after Germany, the Netherlands, Finland, Sweden and the UK have blocked the 670 million euro of the Solidarity Fund ‘EU. The agreement will be formalized as part of the overall agreement should be reached on Tuesday when they resume the negotiations on the 2012 and 2013 budgets.

If all countries have recognized that Italy is entitled to funding from the EU Solidarity Fund, and in recent days have formally approved the decision, Germany, Netherlands, Finland, Great Britain and Sweden said they did not want to ‘pay the bill’ .

The 27 had gathered today to decide also on the EU Amending Budget 2012, for which the Commission has requested more a record 9 billion, and also on the 2013 budget, so the more the Commission has requested an increase of 7% compared than last year. These five countries are also opposed to these demands of the Community executive, arguing that given the crisis we need to reduce costs. The money that the Commission claims, however, are those already earmarked for projects in the 2007-2013 budget, which being now come to an end must settle their accounts and pay bills due to the member states themselves.

“We did what we needed to respond to” moral obligation that we owe to Italy and those who have suffered earthquake damage. “So the EU Commissioner for Budget, Jenusz Lewandowski said the agreement reached at the last minute to mobilize 670 million for Emilia. Commissioner has stressed, however, that remain to be found “at least” nine billion to cover the hole that opened in the 2012 budget and which includes the Erasmus funds and $ 1.8 billion of Structural Funds in Italy.

THE CDM DECLARES STATE OF EMERGENCY FOR THE POLLINO – The Council of Ministers has declared a state of emergency for municipalities in the provinces of Cosenza and power, area of ​​Pollino, affected by the October 26 earthquake. Meanwhile, Mormanno, one of the most affected, the fear does not pass and the inhabitants are hundreds fearing that strong aftershocks are still sleeping in the car. “Fear is so much – says Mayor William Armentano – that people do not accept either of sleep in the gym where they were set up 100 beds. Are only for a hot meal.”

Fonte – Ansa.it

Prodotti linea gas

Pmd-Group Srl
Linea Sicurezza Gas

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Sisma, intesa su sblocco fondi Emilia.

  1. It’s truly a nice and useful piece of information. I’m satisfied that you shared this helpful information with us. Please stay us informed like this. Thank you for sharing.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: